Meloni a Catania: “La sinistra è nervosa perché ha paura di perdere il suo sistema di potere” (video)

29 Ago 2022 20:32 - di Vittorio Giovenale
Meloni Catania

Bagno di folla per Giorgia Meloni a Catania, dove la leader di FdI ha declinato il suo sogno di nazione, libera dal giogo di potere della sinistra. “Io sogno una nazione nella quale tu, per essere un buon docente non devi avere la tessera della Cgil – ha detto la Meloni dal palco delle Ciminiere di Catania – sogno una nazione nella quale per fare bene il magistrato non devi essere per forza iscritto all’Anm, sogno una nazione in cui le persone che hanno dovuto abbassare la testa per tanti anni facendo finta che la pensavano in maniera diversa se no sarebbero stati tutti cacciati, possano dire come la pensano e non perdere il posto di lavoro. Io voglio un’Italia normale”.

“Gli artisti che non sono di sinistra, se parlano, non lavorano più”

“Oggi il mood degli artisti è ‘mi alzo e insulto Giorgia Meloni’. Secondo voi, è possibile che non ne esista uno che la pensi in maniera diversa? Secondo me no, è invece possibile che quelli che la pensano in maniera diversa non hanno il coraggio di dirlo. Non è che lo fanno perché pensano che questa sinistra democratica poi non li fa più lavorare?”. Così la leader di FdI, proseguendo il suo intervento ad una manifestazione di FdI.

Guarda il video dell’intervento

“La Sinistra è nervosa – dice ancora la Meloni – perché a voi hanno detto in questi anni che aveva un’egemonia culturale, ma non era vero: ha un’egemonia di potere. Hanno paura di perdere quel sistema di potere e se lo perdono hanno un problema. Un sacco di gente che non valeva niente è finita, perché chi aveva un ruolo di responsabilità solo perché aveva la tessera del Pd, deve andare a casa. Per fare posto a chi sa lavorare e non ha la tessera del Pd. Per questo si contorcono e hanno la stampa che si deve inventare le fregnacce dalla mattina alla sera”.

Meloni a Catania: “Sono per le utenze di cittadinanza, non per il reddito”

“Io sono per le utenze di cittadinanza – ha detto ancora la leader di FdI – non per il reddito. Perché cittadini non possono restare senza energia a casa. Chiamiamo tutti a raccolta e mettiamo a confronto tutte le nostre idee. Domani sono pronta ad andare in Parlamento per discutere del taglio del costo delle bollette. Lo Stato può tagliare le imposte sulle bollette per esempio”.

Alla platea di Catania la leader di Fratelli d’Italia ha parlato anche delle elezioni regionali, che si terranno sempre il 25 settembre. “La Sicilia negli ultimi anni è prima in tanti posti: stazione appaltanti posti creati in terapie intensive attenzione categorie produttive, turismo”. “Quindi – aggiunge – dobbiamo dire grazie a Nello Musumeci e siamo grati che abbia accettato l’offerta di candidarsi al Senato. Grazie anche a Renato Schifani che tiene coalizione compatta”. “E grazie a FdI – conclude- perché se non fosse stato per noi questa coalizione non avrebbe corso unita, perché per noi la cosa più importante battere la sinistra”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA