Gentiloni dà ragione a FdI: “Il Pnrr si può modificare”. Meloni: “Così lo capisce pure Letta”

20 Ago 2022 20:18 - di Penelope Corrado
Meloni Pnrr

“Forse così lo capisce pure Enrico Letta. Il Commissario europeo per gli Affari economici, Paolo Gentiloni, spiega che, di fronte all’attuale scenario di crisi, molti governi europei stanno chiedendo qualche concreto aggiustamento ai piani di attuazione del Next Generation EU, come il PNRR italiano”. Così la leader di FdI, Giorgia Meloni intervenendo sulla dichiarazione del commissario Ue al Meeting di Rimini.

“È esattamente quello che Fratelli d’Italia cerca di spiegare da tempo – prosegue la Meloni – di fronte alla crisi economica ed energetica, occorre apportare alcune modifiche al PNRR, concepito prima dello scoppio della guerra in Ucraina e pertanto in un contesto radicalmente diverso dall’attuale.

Meloni sul Pnrr: “A Letta bastava una telefonata per evitare una figuraccia”

Solo una considerazione di buon senso, contro la quale però la sinistra e i soliti giornali ideologizzati si sono scagliati paventando catastrofi indicibili. Eppure sarebbe bastata una telefonata a Gentiloni per evitare questa ennesima figuraccia”.  In una nota interviene anche il copresidente del gruppo Ecr- FdI al Parlamento europeo, Raffaele Fitto. “Gli allarmismi che il segretario del Pd Enrico Letta tenta di ingenerare in queste ore in Italia così come in Europa non sono credibili”.

“Infatti – prosegue Fitto – mentre provava a spiegare, con argomenti alquanto deboli, che la proposta lanciata da Fratelli d’Italia e condivisa dagli alleati del centrodestra di adeguare il PNRR era una follia e metteva a serio rischio il nostro rapporto con l’Europa, ecco che da Rimini il Commissario per gli Affari Economici, Paolo Gentiloni, afferma che non solo è realistica e di buon senso, ma soprattutto fattibile: ‘se c’è qualcosa di concreto, di mirato, che si vuole modificare, che si vuole correggere, le porte a Bruxelles sono aperte’, le sue testuali parole”, prosegue la nota del copresidente del gruppo Ecr- FdI al Parlamento europeo.

Fitto: “Altri Paesi stanno chiedendo modifiche al loro Pnrr”

“Del resto, come ammesso dallo stesso Gentiloni, altri Paesi stanno chiedendo modifiche al loro PNRR. Finalmente viene colto il senso vero della nostra proposta, come ribadito più volte da Giorgia Meloni in questi giorni: nessuno ha mai parlato di un nuovo PNRR, nessuno ha mai pensato che andasse riscritto di sana pianta, ma è necessario adeguarlo, per alcuni aspetti e nel rispetto del regolamento europeo, alle nuove priorità derivanti dalle conseguenze del conflitto russo-ucraino, ma anche evitare che alcuni obiettivi diventino irrealizzabili a causa dell’aumento dei costi delle materie prime e dell’energia. In generale il nostro obiettivo è quello di accelerare l’attuazione del PNRR ed evitare lo spreco di risorse. Su questo siamo sicuri avremo un negoziato proficuo con Bruxelles”.

Che cosa ha detto il commissario Ue Gentiloni al Meeting di Rimini

“Il successo del Recovery Fund dipende in gran parte dal successo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza italiano. I piani nazionali vanno attuati, e farlo adesso, accelerando. Non vanno ripensati questi i piani. Se c’è qualcosa di mirato e limitato da correggere le porte a Bruxelles sono aperte, ma non lo sono per ricominciare da capo”. Lo ha detto il commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni, al Meeting di Rimini.
“Il mare agitato va affrontato adesso, e va fatto anche nei paesi ad alto debito come il nostro, attraverso i piani di Recovery. Non siamo condannati all’austerità. Certo, prudenza ci vuole nelle politiche di bilancio, ma abbiamo un piano che prevede 40 miliardi l’anno di investimenti e di sviluppo, legati a riforme, altro che austerità. È una corsa contro il tempo e non possiamo permetterci battute d’arresto”, ha aggiunto Gentiloni.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA