Florida, Corte d’appello nega l’aborto a una sedicenne: «Non è matura per decidere»

19 Ago 2022 10:47 - di Liliana Giobbi
aborto

Una corte d’appello della Florida ha negato ad una minorenne senza genitori l’autorizzazione all’aborto affermando che la ragazza, che ha 16 anni e ha dichiarato di non sentirsi «pronta ad avere un bambino», non è sufficientemente matura per decidere l’interruzione di gravidanza. La minore, la cui identità è protetta e nel ricorso viene identificata solo come Jane Doe 22-B, vive con un familiare. E ha un tutore legale e secondo la legge della Florida dovrebbe ottenere da questo tutore il consenso all’aborto.

La richiesta della ragazza: aborto senza consenso

La ragazza ha chiesto al tribunale di poter abortire anche senza questo consenso. Ha affermato di essere ancora a scuola e di non avere un lavoro. Poi ha detto che il padre del bambino non è in grado di fornire aiuto. Inoltre la ragazza è inserita in un programma che assiste le giovani donne che hanno subito un trauma.

La decisione dei giudici

Ma la sua richiesta, presentata quando era alla decima settimana di gestazione, ha inizialmente avuto il rifiuto della giudice della contea di Escambia, Jennifer Frydrychowicz. Poi quello della corte d’appello. Le sentenze sono state criticate dalla deputata democratica locale, Anna Eskamani. In un tweet ha scritto che «nelle politiche antiaborto della Florida c’è molta crudeltà: invece di ascoltare e dare fiducia ad una ragazza di 16 anni, lo Stato la costringe a partorire».

La “stretta” negli Stati Uniti

La decisione della Corte della Florida arriva mentre negli Stati più conservatori americani si procede a una stretta sull’aborto.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

SUGERITI DA TABOOLA