Buttafuoco: «Altri 10 anni di sinistra sarebbero letali. Il centrodestra non si faccia fregare»

5 Ago 2022 17:20 - di Stefania Campitelli

Non fa politica da molti anni. E non chiamatelo ‘intellettuale’, “soltanto scrittore, grazie”. In una maxi intervista a la Stampa Pietrangelo Buttafuoco offre la sua lettura controcorrente della schizofrenica attualità di queste settimane. Non condivide il parere del collega Franco Cardini che vedrebbe bene Giorgia Meloni all’opposizione per i prossimi dieci anni.

Buttafuoco: altri 10 anni così sarebbero letali

Quando mai. “Altri dieci anni di status quo e di sinistra per l’Italia possono essere letali. I cambiamenti siano sempre la soluzione migliore. Anche se dovremo affrontare un autunno complicatissimo”, dice lo scrittore siciliano. Che giudica la sinistra come un marziano. Distante anni luce dalla realtà e dal popolo.

La sinistra ha messo di lato la realtà

“Siamo di fronte a una sinistra che ha messo di lato la realtà. E che ha messo tra parentesi persino il popolo. Tutto quello che vediamo riflesso nel dibattito pubblico è sempre più un pretesto per ricchi annoiati”. Non è è meno tranchant il giudizio sui toni della campagna elettorale. “Il fronte conservatore vede nel centrosinistra un avversario politico. Con cui tranquillamente confrontarsi. Mentre il cosiddetto campo largo, o stretto che sia, ha l’ansia di delegittimare gli altri. E non c’è neanche un arbitro”.

Hanno il terrore di vedere franare le loro certezze

Insomma,  la sinistra va da una parte, la realtà va per i fatti propri. “Tutte le belle parole che sono state consumate intorno al meraviglioso governo che fu di Draghi, il prossimo autunno, cadranno in pezzi. E ancora una volta è stato geniale Berlusconi. Quando ha detto ai suoi ministri: “Ragazzi, calma, perché di questo passo ci ritroveremo in autunno con il cappotto in casa e una candela in mano”.

“Il fronte conservatore è attento alle cose reali”

“I cattivi, il fronte conservatore, hanno una sensibilità molto più immediata per le cose reali e concrete. È la solita regola del vuoto e del pieno. Quando tu abbandoni, come ha fatto la sinistra, il popolo, beh, il popolo trova un interlocutore”. Berlusconi e Salvini accetteranno una premier donna? “La cosa fondamentale, per tutti e tre, è non farsi fregare. Hanno sempre o quasi vinto le elezioni, ma poi ha governato il Pd. Stavolta, credo, siano pronti a evitare le trappole”. Buttafuoco non fiuta complotti dietro l’angolo ma ammette che “le menti raffinatissime ci sono sempre”. E che i tre leader del centrodestra “dovranno parare i colpi che arriveranno da ogni dove”.

La sinistra ha rinunciato alla democrazia

Ma c’è una terza anomalia della sinistra. La rinuncia della democrazia. “È dal 2008 che gli italiani non hanno un governo politico. Abbiamo dato prova di mansuetudine imbarazzante”. Ora ci sarà una campagna martellante, dice Buttafuoco. “Cercheranno di spaventare le persone. Penso che l’obiettivo sia una non vittoria. Lo status quo punta a questo. Fanno affidamento sulla scarsa memoria degli italiani”. Se avrà i numeri il centrodestra riscriverà la Costituzione? “Penso che non dovranno limitarsi. Le cose fatte a metà non funzionano”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA