Russell Crowe torna al Colosseo, il suo “vecchio ufficio”: ma il Gladiatore vede una Roma che non c’è più

18 Lug 2022 20:17 - di Giulia Melodia
Russell Crowe

Russell Crowe torna al Colosseo, il suo “vecchio ufficio”: e per fortuna la Grande bellezza che riempie i suoi occhi, occulta degrado e sporcizia che imperversano sullo sfondo di immagini da cartolina sempre più logore e sbiadite. Ce ne vorrebbero di gladiatori di riscattare Roma, intanto però, a restituirle un po’ di fascino glamour provvede lui, l’attore australiano naturalizzato hollywooodiano, tornato all’anfiteatro Flavio per piazzare al centro dell’arena il bagaglio di amore e di nostalgia per le esperienze vissute nella città eterna. A poche ore dall’arrivo a Roma, Russell Crowe ha già postato foto di tramonti capitolini, scatti con i fans, e l’immagine simbolo della Fontana di Trevi, che l’attore posta con la didascalia eloquente sul suo account Twitter seguito da 2,8 milioni di follower: «Uno dei miei luoghi preferiti nell’universo»…

Russell Crowe torna al Colosseo

In visita con la famiglia a Roma, l’attore è una fucina di immagini e commenti. Posta immagini, regala sorrisi, smista autografi. E, soprattutto, posta scorci capitolini e foto ricordo su Twitter dove, tra ironia e incanto, scrive. «Ho portato i miei ragazzi a visitare il mio vecchio ufficio»… Il famoso attore australiano torna sulla “scena del crimine”: quella che grazie al kolossal del 2000 diretto da Ridley Scott gli ha regalato il ruolo e il successo di sempre. Il suo personaggio di Massimo Decimo Meridio è scolpito nell’immaginario collettivo, e svetta come una delle tante statue capitoline sui colli di Roma e oltre.

L’attore in visita con la famiglia a Roma

Anche se, ironia della sorte, in realtà le riprese de Il Gladiatore sono state effettuate in Italia solo in minima parte. E sicuramente non nel Colosseo, comunque, che forse Russell Crowe ignora essere il monumento – che dovrebbe essere intoccabile – spesso bersaglio di turisti e vandali di ogni nazionalità. Le uniche location italiane de Il Gladiatore di Ridely Scott, infatti, sono state quelle della casa di Massimo Decimo Meridio e le scene ambientate nei Campi Elisi. La tenuta dove abita il protagonista con la sua famiglia è il Podere di Poggio Manzuoli che si trova nel comune di San Quirico d’Orcia, in provincia di Siena. Mentre i campi di grano dei “Campi Elisi” sono invece nei colli ai piedi di Pienza, sempre nella Val d’Orcia.

Russell Crowe dal Colosseo alla Fontana di Trevi, a spasso per i luoghi del mito

Ma tutto, persino la Toscana, nella finzione cinematografica rimanda a Roma e alla grandezza della sua storia. Dunque, persino i ricordi di uno dei personaggi di celluloide più amati e celebrati… E allora, barba folta e occhiali da sole, Crowe ha continuato per tutto il giorno a condividere con i suoi follower la sua vacanza nella Capitale. Tappa successiva al Colosseo è stata la Fontana di Trevi, e poi ancora il Campidoglio, immortalato in uno dei suoi inimitabili tramonti. Un’immagine imperiale, quella che il divo hollywoodiano ha di Roma, battuta nei suoi luoghi simbolo e magari per questo ancora in parte immune dal degrado di rifiuti e cinghiali che assediano la capitale nelle sue aree semi-centrali e al confine periferico, inesorabilmente  ostaggi di sporcizia e abbandono istituzionale.

L’illusione di Roma sullo schermo, la realtà della città…

Ma va bene così: a un attore che vive di illusione cinematografica, è meglio lasciare l’illusione di una città caput mundi per bellezza e storia. Del resto Russell Crowe è a Roma per prepararsi a interpretare il principale esorcista della Chiesa Cattolica, Padre Gabriele Pietro Amorth. Il gladiatore più famoso di sempre sarà infatti protagonista di The Pope’s exorcist, film diretto da Julius Avery. Ne avrà di tempo per scoprire cosa è successo alla capitale dagli anni del suo trionfo con la pellicola di Ridley Scott ad oggi. Perciò, intanto è bene che scherzi su Twitter sul Colosseo… Per scoprire la polvere – e non solo ahinoi – che si è depositata sugli scaffali di Roma, modo e tempo non gli mancheranno purtroppo…
Sotto, il tweet di Russell Crowe al Colosseo
Russell Crowe

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA