Sicilia, FdI lancia gli Stati generali del turismo, sabato confronto per rilanciare il settore

30 Giu 2022 16:13 - di Mia Fenice
FdI

FdI in campo per rilanciare il turismo. Presentare le idee di Fratelli d’Italia a partire dall’esperienza di buongoverno nella Regione Siciliana. È l’obiettivo degli “Stati generali del turismo Etneo”, che si svolgeranno sabato 2 luglio al Belvedere di Trecastagni (Catania). Un modo per raccontare il lavoro messo in campo da FdI per dare sostegno a uno dei comparti più importanti del Paese, pesantemente colpito dall’emergenza Covid, e dare risposte agli operatori. Ma anche discutere, confrontarsi e raccogliere proposte per offrire le migliori soluzioni di governo.

FdI lancia gli stati generali del turismo Etneo

Una giornata di incontri e tavole rotonde, si legge in una nota, ai quali parteciperanno rappresentanti istituzionali e dirigenti di Fratelli d’Italia. A cominciare dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che aprirà i lavori alle ore 14.30. E per finire con un confronto fra gli assessori al turismo della Sicilia, Liguria e Calabria Manlio Messina, Gianni Berrino, Fausto Orsomarso.

FdI, si parlerà di Bolkestein

Agli “Stati generali del turismo Etneo” si parlerà di Bolkestein, sburocratizzazione, sviluppo infrastrutturale: tutti temi che sono al centro dell’agenda di Fratelli d’Italia, che a livello nazionale ed in tutte le regioni sta già dando prova di ciò che si può e si deve fare. Si discuterà di turismo montano e culturale, dai giovani al congressuale, fino ad una sessione specifica sul mare.

Chi parteciperà

Agli “Stati generali del turismo Etneo” di Fratelli d’Italia parteciperanno, fra gli altri: i coordinatori regionale e provinciale Salvo Pogliese e Alberto Cardillo, il responsabile nazionale del dipartimento turismo Gianluca Caramanna, il capogruppo in commissione attività produttive alla Camera Riccardo Zucconi e il deputato europeo Raffaele Stancanelli.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA