L’impegno di Gioventù Nazionale per Fratelli d’Italia: «Noi non ci arrendiamo al declino»

venerdì 10 Giugno 12:22 - di Fabio Roscani
gioventù nazionale

Domenica 12 giugno in Italia si torna a votare. Oltre che per i 5 referendum sulla giustizia, circa mille comuni e quasi 9 milioni di italiani sono interessati dalla tornata delle elezioni amministrative. Gioventù Nazionale, il movimento giovanile di Fratelli d’Italia, ha risposto presente alla chiamata elettorale.

L’impegno di Gioventù Nazionale per Fratelli d’Italia

Da nord a sud, dalla Lombardia fino alla Sicilia, sono decine i ragazzi e le ragazze pronte a impegnarsi per il bene della propria città. Qualcuno ha appena compiuto 18 anni. Qualcun altro, invece, è responsabile provinciale o regionale del movimento e ha già avuto la possibilità di crearsi un forte consenso territoriale. Risultato certamente non casuale ma frutto di un grande lavoro che procede spedito da anni.

Tutti, inoltre, sono candidati in rappresentanza delle forti comunità presenti nelle loro zone di appartenenza e hanno in testa un obiettivo ben preciso: rendere protagonisti i giovani nella propria città. Riappropriarsi e creare spazi dedicati a chi viene fin troppo spesso messo in secondo piano e, soprattutto, dare loro la possibilità di immaginare un futuro dove sono nati e cresciuti è il fine ultimo. La voglia di cambiamento e la possibilità di dimostrare che le roccaforti rosse non esistono più c’è. Le amministrative rappresentano una grande opportunità per Gioventù Nazionale per confermare, oltre che per adesione militante, che anche nelle urne elettorali è il primo movimento giovanile d’Italia.

I valori che muovono i militanti di Gn

Alcuni sono alla loro prima esperienza con tanto da dimostrare, altri già eletti precedentemente vogliono rafforzare quanto di buono fatto in questi anni. Gioventù Nazionale dimostra ancora di avere la migliore gioventù al suo fianco e di essere in continua crescita umana e politica. Presente in ogni provincia d’Italia non si arrende al declino. Al contrario, risponde e mette al centro della sua azione meritocrazia, competenza e soprattutto concretezza. Progetti realizzabili e non campati per aria che possano creare posti di lavoro e opportunità. Non sussidi statali come il reddito di cittadinanza che incoraggino i propri coetanei a restare a casa.

Senza dimenticare la coerenza. Qualcuno blatera di possibili accordi tra la sinistra e Fratelli d’Italia ma come ha anche detto Giorgia Meloni, il partito di cui è leader non è disponibile a nessun compromesso. Mai con il Pd, mai coi 5 stelle non è un semplice slogan. Per questo è necessario sottolineare che il futuro appartiene a questa gioventù che questo valore lo ha ben chiaro e non ha alcuna intenzione di scendere a patti con chi, anche nelle sue amministrazioni locali, ha fatto di tutto per impedire lo sviluppo dei propri territori e dei ragazzi che li popolano.

Al contrario di ciò che qualcuno afferma per screditare il percorso di chi rappresenta davvero la destra italiana, Fratelli d’Italia una classe dirigente forte e formata la ha. Il fatto che ci siano così tanti giovani pronti ad impegnarsi in campagne elettorali per un bene più grande ne è la testimonianza. Ragazzi preparati e capaci ancora di credere che si ribellano a chi li vuole impassibili e incapaci di reagire alla avversità.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *