Catania, dolore e rabbia ai funerali della piccola Elena in un Duomo gremito. A Mascalucia è lutto cittadino

mercoledì 22 Giugno 19:06 - di Greta Paolucci
funerali Elena

Un lungo applauso di dolore e commozione, misti a rabbia e sconcerto, sottolineano il rito della benedizione con acqua benedetta e incenso del feretro bianco. La benedizione che l’Arcivescovo  Monsignor Luigi Renna impartisce alla celebrazione dei funerali della piccola Elena Del Pozzo. Un addio solenne, quello tributato alla bambina uccisa dalla madre, Martina Patti, in una cattedrale di Catania, gremita e attonita. «In paradiso ti accolgano gli angeli, tu angelo tra gli angeli», recita la preghiera conclusiva dell’omelia funebre, prima dell’eterno riposo che chiude la celebrazione.

I funerali della piccola Elena al Duomo di Catania

Oggi a Mascalucia, ma in tutto il Catanese, è il giorno del dolore e dell’addio alla piccola Elena. Del lutto cittadino e dei funerali della bimba che la madre, reo confessa, ha ucciso a coltellate in un campo vicino la loro abitazione. Le esequie, officiate dall’arcivescovo, monsignor Luigi Renna, cominciate alle 17 nella Cattedrale di Catania, dove una folla sconvolta e affranta ha sottolineato con un lungo applauso i diversi momenti dell’omelia funebre: le parole del celebrante. I passi delle preghiere. Gesti che il rituale funebre prescrive. Poi, quando il feretro – coperto di fiori bianchi – è tornato sulla piazza della Cattedrale, tutti i presenti hanno ripreso ad applaudire e ad accompagnare l’ultimo viaggio di Elena verso il campo santo gridando forte il suo nome.

Ad accogliere il feretro bianco anche le maestre e le mamme della scuola della bambina

Il papà Alessandro, in lacrime, il nonno Giovanni, la zia Martina, Vanessa e la nonna Rosaria Testa, accompagnano il feretro bianco. Sul sagrato della chiesa restano ancora i fiori – rose bianche, gialle, rosa e arancione – che molti cittadini, partecipi del dolore che questa tragedia ha scatenato, hanno lasciato in omaggio alla piccola Elena. Anche le mamme e le maestre della scuola che frequentava la bimba hanno voluto essere presenti e lasciare il loro tributo floreale, in ricordo del passaggio terreno della bimba, che la mano omicida di una madre ha deciso di interrompere. Brutalmente. Così presto…

Funerali Elena Del Pozzo: oggi a Mascalucia un giorno di lutto cittadino

Oggi, nel giorno dell’addio alla bimba, il sindaco di Mascalucia, Vincenzo Magra, ha stabilito con un’ordinanza sindacale il lutto cittadino. «È doveroso – ha detto il primo cittadino – rappresentare alla famiglia di Elena, la vicinanza e la solidarietà da parte dell’intera cittadinanza, anche in forma pubblica e istituzionale, in segno di rispetto e di profonda partecipazione al dolore dei parenti della piccola e di tutta la comunità». A Mascalucia sono sospese tutte le manifestazioni pubbliche in programma. E le bandiere sono esposte a mezz’asta in tutte le sedi comunali. L’Amministrazione ha invitato inoltre «i titolari di attività commerciali. Le organizzazioni politiche, sociali e produttive. E le associazioni sportive, a esprimere la propria partecipazione al lutto cittadino con la sospensione delle attività, in segno di cordoglio».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *