Carlo Falvella cinquanta anni dopo. Il Tg2 ricorda il militante del Fuan ucciso da un anarchico (video)

27 Giu 2022 12:53 - di Redazione
Falvella

Il prossimo 7 luglio ricorre il 50esimo anniversario della morte di Carlo Falvella. Diciannove anni, studente di Filosofia a Salerno, militante del Fuan, fu accoltellato nel 1972 da un anarchico, Giovanni Marini, al termine di una lite per motivi politici. Falvella difese l’amico Giovanni Alfinito, sul quale per primo Marini aveva infierito con un coltello. Come ha raccontato Luca Telese nel suo libro “Cuori neri”, dedicato ai giovani missini assassinati, Falvella era ipovedente e voleva laurearsi in fretta in Filosofia per potere insegnare prima del sopraggiungere della cecità.  Il Secolo d’Italia pubblicò in prima pagina il titolo: “Un altro martire per la gioventù d’Italia. Dopo Ugo Venturini il sacrificio di Carlo Falvella“, definendo l’aggressione dell’estrema sinistra un “barbaro omicidio”. Marini – deceduto nel 2001 – provò a invocare la legittima difesa sostenuto in questo dall’estrema sinistra e dalla campagna innocentista per la quale si esposero, tra gli altri, Franca Rame e Dario Fo. Marini scontò solo sette anni di prigione come ha ricordato un servizio del Tg2 Storie, realizzato da Omar Reda, che ha raccontato agli italiani la tragica storia di Carlo Falvella. Un convegno per ricordare Carlo e per parlare dgeli anni di piombo  si svolgerà il 7 luglio a Salerno, al salone dei Marmi, con inizio alle 9,30. Parteciperanno Gianni Alemanno, Maurizio Gasparri, Alfonso Andria (Pd) e Tino Iannuzzi (Pd).

nn989b

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA