Buzz Lightyear non vola negli Emirati: il film bandito dalle sale. Un bacio lesbo “viola gli standard”

martedì 14 Giugno 15:46 - di Giulia Melodia
Lightyear Emirati

Niente orizzonti arcobaleno e voli pindarici nelle sconfinato universo gender per il mitico robot umanizzato della celebre saga di Toy story. L’infinito e oltre di Buzz Lightyear si ferma negli Emirati Arabi, che vietano il film della Pixar della celebre saga di Toy Stories. All’origine del bando ci sarebbe un bacio tra due personaggi femminili. Un particolare che trasgredisce un codice di regolamentazione ministeriale interno che in quel passaggio cinematografico intravede una trasgressione alle norme relative ai contenuti mediatici del Paese.

L’infinito di “Lightyear” si ferma negli Emirati: vietato il film della Pixar

L’infinito e oltre di Buzz Lightyear si ferma negli Emirati Arabi, che vietano il film della Pixar della celebre saga di Toys. All’origine del bando ci sarebbe un bacio tra due personaggi femminili. La galassia continuamente in espansione con l’aggiunta di nuove lettere alla sigla che indica interminabili categorie di genere si ferma al portone del bando. Un provvedimento che sancisce un limite invalicabile: «Verso l’infinito e oltre», ma non negli Emirati. Le autorità di Abu Dhabi hanno infatti negato l’accesso a Lightyear. Cancellando dai calendari distributivi la programmazione della «vera storia di Buzz», eroe della fortunata serie di cartoni animati Toys.

All’origine del divieto forse un bacio omosex tra due personaggi femminili del film

Gli Emirati hanno bandito dai cinema locali il nuovo film della Pixar – che in Italia sarà nelle sale dal 15 giugno – probabilmente per la presenza nel lungometraggio di un bacio tra due personaggi femminili. E l’Ufficio di regolamentazione dei media del Ministero della Gioventù e della Cultura degli Emirati ha ufficializzato la decisione. Il film «non è stato autorizzato per la proiezione pubblica in tutti i cinema degli Emirati Arabi Uniti a causa della sua violazione degli standard di contenuto dei media del Paese», ha affermato l’ufficio in un tweet.

La motivazione ufficiale del bando: «Violazione degli standard di contenuto dei media del Paese»

Non solo. In aggiunta all’annuncio, «l’ufficio conferma che tutti i film proiettati nelle sale cinematografiche di tutto il Paese sono soggetti a follow-up e valutazione prima della data di proiezione al pubblico, per garantire la sicurezza dei contenuti diffusi secondo la classificazione di età appropriata», si legge nella nota. Il film sarebbe dovuto uscire nelle sale cinematografiche degli Emirati da giovedì, e i locali avevano già diffuso gli orari delle programmazioni.

Il divieto espresso con un “No” scritto in rosso sul cartellone del film

Gli Emirati non hanno chiarito il motivo della messa al bando, diffondendo su Twitter un’immagine del poster del film con Buzz Lightyear e un «No» scritto in rosso. Secondo quanto riferito, nel film c’è un personaggio doppiato dall’attrice Uzo Aduba che bacia un’altra donna con cui ha una relazione. Gli Emirati Arabi Uniti criminalizzano le relazioni omosessuali, con Dubai che prevede una pena detentiva fino a 10 anni e Abu Dhabi fino a 14 anni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *