Biden: gli Usa più adatti che mai a guidare il mondo… poi la gaffe: confonde la Svezia con la Svizzera (video)

30 Giu 2022 16:29 - di Redazione
Biden

Il summit della Nato che si è tenuto a Madrid è stato “storico”: la Nato “cambia”, adattandosi ad un mondo che è profondamente “cambiato”. Lo sottolinea il presidente degli Usa Joe Biden, in conferenza stampa al termine del vertice Nato. Al G7 in Inghilterra, dice Biden, “avevo parlato della necessità di riconsiderare la struttura della Nato, come funziona ed elaborare una nuova strategia”.

“Prima che iniziasse la guerra – aggiunge – avevo detto a Putin che, se avesse invaso l’Ucraina, la Nato non sarebbe solo diventata più forte, ma anche più unita. E che avremmo visto le democrazie nel mondo sollevarsi, opporsi all’aggressione e difendere il mondo basato sulle regole. Ed è quello che vediamo oggi”.

“Il mondo è cambiato e la Nato cambia”

“Questo summit si è occupato di rafforzare la nostra alleanza, di affrontare le sfide del mondo com’è oggi e le minacce cui dovremo far fronte in futuro. L’ultima volta che la Nato ha elaborato una nuova strategia è stato 12 anni fa: a quel tempo, la Russia era definita un partner, e la Cina non era neppure menzionata. Il mondo è cambiato parecchio da allora, e anche la Nato sta cambiando”, conclude Biden. Quindi non nasconde che dinanzi a tali cambiamenti è l’America la potenza più adatta a guidare il mondo.

“Noi – ha annunciato – sosterremo Kiev per tutto il tempo che serve. I russi hanno perso 15 anni di sviluppo della loro economia, c’è stato il primo default in 100 anni, hanno difficoltà nella produzione del petrolio perché hanno bisogno di tecnologia americana e vi è una situazione simile nel settore militare”. “Non so come finirà, ma non finirà con la sconfitta dell’Ucraina. Nei prossimi giorni gli Stati Uniti invieranno nuove armi all’Ucraina per 800 milioni di dollari”, ha detto.

La Russia è una minaccia diretta per l’Europa

Mentre la Russia rappresenta una “minaccia diretta” per l’Europa, la Cina sfida “l’ordine mondiale basato sulle regole”. Una Nato rafforzata – nella visione di Biden – serve sia “per affrontare  le minacce dirette che la Russia porta in Europa sia le sfide sistemiche che la Cina lancia all’ordine mondiale basato sulle regole. E abbiamo invitato due nuovi membri ad unirsi alla Nato, un atto storico. Finlandia e Svezia sono due Paesi con una lunga tradizione di neutralità, che hanno scelto di unirsi alla Nato”.

La gaffe geografica di Biden

Qui c’è stata la gaffe geografica per il presidente Usa, subito corretta. Biden stava parlando dell’adesione di Finlandia e Svezia, e ha confuso la Svezia con la Svizzera (anche in inglese sono abbastanza simili, Sweden e Switzerland): “Alcuni della stampa ricordano quando ho ricevuto una chiamata dal leader della Finlandia, che mi chiedeva se poteva venire a trovarmi. E’ venuto il giorno dopo e mi ha detto: ‘Sosterrà l’adesione del mio Paese alla Nato?’. Abbiamo avuto poi una chiamata dal leader della Svizzera”.

Qui Biden si è fermato un attimo, ha riso e si è corretto: “Mamma mia, sto diventando davvero ansioso di allargare la Nato….era la Svezia”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA