Mosca verso la parata del 9 maggio: “Non c’erano così tante falci e martello dai tempi dell’Urss”

giovedì 5 Maggio 8:56 - di Federica Parbuoni
parata 9 maggio

L’ordine è far scintillare Mosca di rosso e oro, con un’estetica che richiama quella dell’Unione sovietica. I negozi hanno ricevuto l’ordine di eliminare ogni addobbo che sia in contrasto con questa dominante e un kit apposito per l’occasione, mentre sui cieli della città gli aerei militari si esercitano a sfrecciare in formazione a Z e l’esercito fa prove notturne. Tutto racconta di come il Cremlino per la parata del 9 maggio punti a fare grande sfarzo di potere e forza, mentre, a dispetto delle smentite ufficiali, si fanno sempre più insistenti sul fatto che Vladimir Putin potrebbe annunciare una «mobilitazione generale», dismettendo la definizione di «operazione militare speciale» e dichiarando formalmente la guerra in Ucraina, con l’intento di incrementare uomini e mezzi, anche economici, impegnati nel conflitto.

Un tripudio di falci e martello come ai tempi dell’Urss

A descrivere il clima che si vive all’ombra della Piazza Rossa è l’inviato del Corriere della Sera, Marco Imarisio, che riferisce anche di vecchie foto dei soldati dell’Armata Rossa che entrano a Berlino. «Era dai tempi di Breznev che non si vedevano così tante falci e martello», gli ha detto il proprietario di un pub irlandese nel centro di Mosca.

I preparativi a Mariupol

La parata coinvolgerà tutta la Russia e non solo: si svolgerà in 28 città della Federazione e con ogni probabilità anche a Mariupol, come ha fatto sapere ieri l’intelligence di Kiev confermando ipotesi che si rincorrono da settimane. I russi, hanno fatto sapere gli 007 ucraini, si preparano rimuovendo le macerie dalle strade, disinnescando gli ordigni inesplosi e trasferendo i cadaveri delle vittime rimasti lungo le vie. Il tutto mentre a Mosca si dà grande risalto ai risultati militari raggiunti nella città, gli unici che, in assenza dell’auspicata presa di Donetsk e Lugansk, in effetti che si possa cercare di rivendicare.

I numeri della parata del 9 maggio

Benché oggi abbia un’importanza che va oltre il mero intento celebrativo, però, la parata di Mosca quest’anno si annuncia ridimensionata rispetto alle edizioni precedenti. Sfileranno 129 mezzi  militare e 10mila uomini a fronte dei a fronte dei 191 e 12mila dello scorso anno, quando già è stata in forma ridotta a causa del Covid. Il Cremlino ha giustificato la sforbiciata con la sobrietà necessaria alla luce del momento, ma, riferisce ancora il Corriere, per le strade di Mosca si iniziano a percepire i segni delle difficoltà economiche, con ristoranti sempre meno frequentati, prezzi dei beni primari che seguono gli scossoni del rublo e locali che anticipano le chiusure serali. «Mosca – commenta Imarisio – è rossa da capo a piedi. Ma non sarà tutto oro l’armamentario che luccicherà in piazza Rossa».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *