Killer in attesa della pena di morte scappa dal carcere con un’agente carceraria forse innamorata (video)

lunedì 2 Maggio 19:39 - di Robert Perdicchi

Continua in Alabama la caccia a Casey White, condannato a 75 anni per una serie di crimini ed in attesa di un processo che potrebbe concludersi con la pena di morte, evaso nei giorni scorsi insieme all’agente carceraria che l’aveva prelevato per portarlo in tribunale. Le autorità stanno ancora cercando di determinare se la donna, che si chiama Vicky White, anche se tra i due non sembrano esserci legami di parentela, sia una complice del detenuto o se sia stata presa in ostaggio.

“Ovviamente potrebbe aver agito volontariamente, ma siamo anche preoccupati per la possibilità che qualcuno l’abbia costretta, magari con le minacce, ad aiutare l’evasione”, ha dichiarato alla Cnn Rick Singleton, sceriffo della contea di Lauderdale per la quale lavora l’agente carceraria che venerdì scorso ha prelevato White per accompagnarlo in tribunale per una perizia psichiatrica.

I due fuggitivi non sono mai arrivati in tribunale dal carcere

Ma i due non sono mari arrivati in tribunale, ed inoltre è stato scoperto che in realtà non era stato fissato nessun appuntamento per la perizia di White. L’auto di servizio dell’agente è stata poi trovata abbandonata nel parcheggio di un centro commerciale a circa due miglia dal penitenziario.

Gli investigatori stanno battendo tutte le piste, e considerano “una possibilità” anche quella di una relazione tra il detenuto e l’agente carceraria che viene descritta come “una dipendente modello”. “Tutti i colleghi e gli altri dipendenti dell’ufficio dello sceriffo, i giudici hanno tutti la massima stima di lei”, ha aggiunto lo sceriffo parlando della donna, che è vedova e senza figli. E che aveva presentato la domanda di pensionamento la scorsa settimana, dopo 20 anni di servizio.

Un tipo pericoloso già condannato per vari reati gravi

“E’ sicuramente in pericolo, che abbia agito volontariamente o no, questo non è un tipo con cui scherzare”, conclude lo sceriffo, parlando della collega, riferendosi al fatto che White già condannato a 75 anni per diversi reati gravi ed ora deve essere processato per omicidio per avere ucciso a coltellate un uomo nel 2015. Già nel 2020 aveva tentato la fuga, ed aveva preso un ostaggio, ma alla fine era stato fermato. Da allora la prigione aveva stabilito che due agenti dedicati avrebbero dovuto seguire nei trasferimenti il detenuto, visto la sua pericolosità. Misura che venerdì scorso l’agente White non ha rispettato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *