Kiev, rinviato a giudizio il primo soldato russo accusato di crimini di guerra. Rischia l’ergastolo

venerdì 13 Maggio 17:15 - di Mia Fenice
soldato russo

È iniziato a Kiev il processo al soldato russo Vadim Shyshimarin. Sergente 21enne è il primo a essere formalmente accusato di un crimine di guerra. Ovvero di aver sparato alla testa a un civile disarmato di 62 anni nel villaggio nord-orientale di Chupakhivka, in Ucraina. Ora rischia l’ergastolo.

Primo soldato russo a finire sotto processo

Shyshimarin è stato catturato ed è il primo soldato  russo a finire sotto processo dall’invasione dell’Ucraina. Il principale procuratore di Kiev sta conducendo sempre più indagini sulle accuse secondo le quali le truppe russe hanno ucciso, torturato e maltrattato civili ucraini. L’ufficio del procuratore generale Iryna Venediktova ha detto che sta esaminando più di 10.700 potenziali crimini di guerra che riguardano più di 600 sospetti.

Il sergente è stato rinviato a giudizio

Oggi al termine dell’udienza preliminare Vadim Shysimarin è stato rinviato a giudizio. Tornerà in aula il prossimo 18 maggio. L’avvocato di Shysimarin ha detto che il suo assistito ha confessato l’uccisione di un uomo di 62 anni nel villaggio di Chupakhivka nella regione di Sumy, ma non ha ancora deciso se dichiararsi colpevole. In aula Shysimarin è intervenuto brevemente per confermare la sua identità e spiegare di aver compreso le accuse a suo carico.

In base alla ricostruzione in aula, Shysimarin ha ucciso a colpi di arma da fuoco con un fucile AK-74 un civile disarmato che era in bicicletta e parlava al telefono. Secondo i pm gli sarebbe stato ordinato di «uccidere il civile per evitare che lo denunciasse ai difensori ucraini». Il crimine è avvenuto a qualche ”decina di metri” dalla casa della vittima.

La vicenda

Il sergente dell’unità 32010, quarta divisione carri della guardia Kantemirovskaja della regione di Moscastava viaggiando con altri quattro militari russi dopo che il loro convoglio era stato attaccato il 28 febbraio e hanno rubato un’auto vicino al villaggio di Chupakhivka.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *