Franceschini fa l’elogio di Conte, mezzo Pd va su tutte le furie: i 5stelle sono sempre più indigesti

26 Mag 2022 10:39 - di Fulvio Carro

Ma quale c’eravamo tanto amati. Per alcuni esponenti del Pd è meglio dire ci amiamo ancora. Però poi le conseguenze sono dure, perché mezzo Pd va su tutte le furie. «Conte? Sta portando i 5 Stelle verso un percorso riformista e di alleanza con il Pd». Le parole di Dario Franceschini in tv sono apparse quanto meno fuori sincrono a molti dem. Prima «la sceneggiata al Senato per l’intervento di Draghi in aula. Ogni giorno ce n’è una…», sbuffa un deputato Pd. E le parole del ministro Franceschini pro-Conte diventano occasione per nuovi crescenti mugugni tra i parlamentari dem verso l’alleato M5S. Che restano tali, si spiega, anche e soprattutto per l’imminente voto amministrativo.

Franceschini parla, Marcucci cerca di “svegliarlo”

C’è solo il “solito” Andrea Marcucci ad intervenire. «Spero che i sogni dell’amico Franceschini si trasformino in realtà. Al momento, Conte e il M5S devono fare ancora tantissima strada per assumere un’identità riformista», attacca l’ex-capogruppo al Senato. Carlo Calenda non si lascia sfuggire l’occasione per un affondo sarcastico via social. «Sono più vergognose le uscite dei 5S o quelle del Pd che fa finta di nulla? Ardua sentenza. La verità è che se a Franceschini giovasse un’alleanza con Fdi troverebbe il modo di definire anche loro progressisti».

Nel Pd si chiedono quali intenzioni ha Conte

Intanto in molti tra i dem si chiedono se davvero Conte deciderà di staccare la spina al governo, dopo le amministrative. Magari con un “appoggio esterno” stile Prima Repubblica. Inoltre in Senato i 5 Stelle hanno chiesto di votare su una modifica del calendario per mettere in agenda il passaggio in aula del premier Draghi prima del Consiglio Ue. Per il Pd aveva preso la parola un “veterano” come Luigi Zanda a consigliare «prudenza politica», perché di strappo in strappo non si sa come si va finire.

«Arriveremo a fine legislatura»

Anche su questo, sulla tenuta del governo, Franceschini è assertivo. «Arriveremo a fine legislatura con questo governo», è la previsione del ministro della Cultura. «Mi preoccupano le posizioni surreali e un po’ sbagliate» nei M5S. Ma non mi preoccupa la tenuta del governo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • giovanni vuolo 26 Maggio 2022

    A me invece preoccupa. E tanto

  • SUGERITI DA TABOOLA