Pomodori su Macron alla sua prima uscita da presidente rieletto: fuggi fuggi tra tensione e risate (video)

mercoledì 27 Aprile 17:44 - di Giulia Melodia
pomodori Macron
Lancio di pomodori su Emmanuel Macron alla sua prima uscita in piazza dopo la ri-affermazione elettorale di domenica. Certo, poteva andargli meglio. Soprattutto in considerazione del fatto che il presidente rieletto, per la sua visita pubblica sul territorio, aveva scelto per esordire in piazza il mercato di Cergy. Un comune dove, guarda caso, l’inquilino confermato all’Eliseo al ballottaggio ha ottenuto le preferenze del 76% degli elettori. Oltretutto, lo staff presidenziale fino a questa mattina non aveva neppure annunciato quella visita in mezzo ai residenti, nelle stradine affollate di un mercato nella prefettura di Val-d’Oise. E invece…

Lancio di pomodori su Macron alla sua prima uscita pubblica da presidente rieletto

Invece, proprio mentre Macron è circondato da commercianti e imprenditori del luogo, sulla regale testa piovono pomodori. Un classico della contestazione beffarda. Un gesto che ha evidentemente improvvisato uno dei votanti che non rientra nella fatidica percentuale della vittoria di domenica in quel centro. Una realtà cittadina a nord-ovest di Parigi, accogliente anche se in difficoltà. L’autore della protesta non è stato ancora individuato. Nel frattempo, però, la sua “impresa”, registrata in diretta dalla telecamere di Bfmtv, continua a imperversare sui social. Rilanciata da didascalie e commenti che ironizzano sulla scena. Dilatando nel tempo e nello spazio dell’agorà virtuale, azione e reazione all’improvviso “lancio”.

Attimi di tensione, scatta l’allarme del servizio di sicurezza

Eppure, nulla lasciava presagire quel gesto. Al suo arrivo tra i banchi e la folla del mercato di Cergy, l’inquilino dell’Eliseo è stato accolto e circondato da cittadini festanti che gremivano una piazza animata e ospitale. Poi, da un momento all’altro, senza che nemmeno se ne accorga, gli uomini del servizio di sicurezza (raggiunti dal succoso frutto rosso che doveva colpire il presidente) sono immediatamente intervenuti. Hanno fatto quadrato intorno a Macron, riparandogli il capo con le loro mani. Prima di aprire sulla sua testa un ombrello nero di protezione.

Pomodori su Macron, il commento del presidente: «Sono io il depositario di queste collere…»

Dunque, tra il lancio in direzione del presidente francese, e gli attimi di tensione che sono seguiti all’allarme del suo servizio di sicurezza, è arrivato anche il commento dell’inquilino dell’Eliseo fresco di nuova nomina. «Sono io il depositario di queste collere…», ha voluto sottolineare Macron. Prima di aggiungere: «Voglio che tutti lavorino insieme per trovare delle soluzioni». Più a freddo, invece, parlando con i giornalisti in quello che il sindaco locale ha definito il quartiere più povero della città, Macron ha pronunciato un messaggio di «rispetto e considerazione per le prime ore del suo nuovo mandato».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *