Arriva il Grande Fratello Fiscale: così il “governo dei migliori” si accanisce su chi lavora e produce

sabato 23 Aprile 19:00 - di Luciana Delli Colli
draghi

«Ancora una volta, con la scusa dell’evasione fiscale, chi lavora e produce sarà sottoposto a rigidi controlli». Giorgia Meloni ha commentato così la norma introdotta dal governo che prevede l’invio quotidiano dei dati dei pagamenti elettronici all’Agenzia delle entrate. La misura, inserita nel nuovo decreto sul Pnrr, nelle intenzioni dell’esecutivo dovrebbe servire a far emergere le eventuali irregolarità, rendendo più facile incrociare i dati dei Pos con quelli degli scontrini emessi e verificare se ci sono discordanze.

L’occhio del “Grande fratello fiscale” su Pos e scontrini

Nella pratica, però, ha fatto notare la leader di FdI, si tratta dell’ennesimo provvedimento che si concentra, quasi in una forma di accanimento, nei confronti di quel tessuto produttivo diffuso che manda avanti il Paese, mentre l’occhio del fisco continua a dimostrarsi piuttosto distratto rispetto a realtà come le grandi concentrazioni economiche o le attività “apri e chiudi” con cui gli stranieri, giovandosi di strumenti che lo stesso fisco mette loro a disposizione, riescono a sottrarsi del tutto al pagamento delle tasse.

Meloni: «Un altro modo per vessare l’economia reale»

«Continua il “grande fratello fiscale”: il governo dei “migliori”, infatti – ha sottolineato Meloni in un post du Facebook – introdurrà una norma con lo scopo di controllare gli incassi delle attività commerciali tramite Pos. Ancora una volta, con la scusa dell’evasione fiscale, chi lavora e produce sarà sottoposto a rigidi controlli. Oltretutto in un momento di grave crisi, dove lo Stato dovrebbe sostenere il più possibile chi crea ricchezza nella nostra Nazione». La leader di FdI, quindi, ha ricordato che «mentre l’economia reale viene vessata, le grandi concentrazioni finanziarie, i giganti del web e il commercio predatorio straniero fatto di aziende “apri e chiudi”, continuano a banchettare indisturbati, evadendo o eludendo il fisco». «Sul serio – ha quindi concluso Meloni – il governo pensa sia questa la strada giusta per far ripartire l’Italia?».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *