Gli hacker di Anonymous attaccano lo yacht di Putin da 100 milioni e gli cambiano il nome con un insulto

mercoledì 2 Marzo 7:57 - di Robert Perdicchi

Continuano i cyber attacchi ai danni della Russia, questa volta con un gesto dimostrativo da parte di Anonymous: il collettivo, che qualche giorno fa ha avviato l’operazione OpRussia per contrastare le attività digitali del paese, ha attaccato Graceful, lo yacht di Vladimir Putin che vale 87 milioni di euro. Il nome dell’imbarcazione è stato modificato per diverse opre e sui dati di navigazione del portale Vesseltracker, dove sono tracciate tutte le navi del mondo, è apparso come FCKPTN, sigla che è facile riconoscere come un insulto al presidente russo ma senza vocali. Oltre al nome, è stata modificata anche la posizione della Graceful, segnata sulla piccola Isola dei Serpenti nel Mar Nero. Successivamente la barca ha ripreso il proprio nome, ma il suo id è ancora settato come “Anonymo”.

Anonymous all’attacco dello yacht di Putin

Continuano i cyber attacchi ai danni della Russia, questa volta con un gesto dimostrativo da parte di Anonymous: il collettivo, che qualche giorno fa ha avviato l’operazione OpRussia per contrastare le attività digitali del paese, ha attaccato Graceful, lo yacht di Vladimir Putin che vale circa 100 milioni di euro. Il nome dell’imbarcazione è stato modificato per diverse opre e sui dati di navigazione del portale Vesseltracker, dove sono tracciate tutte le navi del mondo, è apparso come FCKPTN, sigla che è facile riconoscere come un insulto al presidente russo ma senza vocali. Oltre al nome, è stata modificata anche la posizione della Graceful, segnata sulla piccola Isola dei Serpenti nel Mar Nero. Successivamente la barca ha ripreso il proprio nome, ma il suo id è ancora settato come “Anonymo”.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *