Bassetti: «Basta obblighi e restrizioni, era ora. Il premier ha scelto il buonsenso, non i catastrofisti»

venerdì 18 Marzo 13:03 - di Elsa Corsini

“Draghi ha seguito più la scienza del buonsenso che quella dei catastrofisti. Di chi insegue la teoria dello ‘zero Covid’ come in Cina e vediamo i risultati. D chi professa solo il lockdown. Il premier ieri ha fatto capire che usciamo dall’emergenza grazie ai vaccini”. Così Matteo Bassetti commentando l’uscita dal tunnel dell’ultimo biennio italiano nella morsa del covid.

Bassetti: ora entriamo in una fase nuova

Ben venga l’alleggerimento delle misure anti-Covid, approvato dal Cdm e illustrato ieri dal premier Draghi e dal ministro Speranza. “Si riparte e si inizia una nuova fase“, dice sodisfatto l’infettivologo genovese, tra i più presenti sui social e sul piccolo schermo. “Convivere con il virus con consapevolezza e responsabilità individuale. Basta obblighi, restrizioni e decreti. Il presidente del Consiglio ha ascoltato tutti. E poi ha deciso seguendo scienza e buonsenso. Ora cerchiamo di meritarci la fiducia. Mettendo in pratica tutte le misure di prevenzione che questi due anni ci hanno insegnato. E che spero abbiamo imparato”.

“Basta obblighi e restrizioni. Era ora”

“Draghi –  spiega Bassetti in un post su Facebook – ha detto che avrebbe riaperto l’Italia e l’ha fatto. Si è calendarizzata, come alcuni di noi chiedevano, la road map dell’alleggerimento delle misure. Io credo che è una svolta importante. Perché cambia la modalità di gestione dell’emergenza. Qualcuno per due anni ci ha detto cosa dovevamo fare, dallo stadio al ristorante, oggi entriamo in nuova fase. Chi ha imparato utilizzerà gli strumenti di protezione con una consapevolezza diversa”.

“Ora meritiamoci questa fiducia”

“Ad esempio, non è che si dice di non usare più la mascherina. Ma che non è più obbligatoria – chiarisce il direttore del reparto di Infettivologia del San Martino di Genova – le persone fragili e gli anziani sanno che per la loro protezione è meglio tenerla in alcune occasioni. Siamo di fronte a un atteggiamento nuovo, si dà fiducia ai cittadini. Spero che gli italiani sappiano meritarsela“.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *