Sanremo, scoppiano le polemiche per la gara: i casi di Gianni Morandi, Fabrizio Moro e Aka7even

sabato 5 Febbraio 12:46 - di Gianluca Corrente
sanremo

La serata delle cover consente al Festival di Sanremo di dominare gli ascolti ma apre anche due fronti di polemica. Le critiche stavolta non riguardano le performance forzatamente trasgressive di alcuni big, utili per mettersi in mostra. E neppure le sortite politiche. Sotto accusa le “ingiustizie” che – come molti scrivono sui social – si trasformano in “favoritismi” per alcuni artisti. In sostanza, le posizioni dei cantanti in gara sono squilibrate.

Sanremo, Morandi votato e messo “sotto accusa”

Proprio il più “televotato” della serata, Gianni Morandi, è preso di mira. Nella puntata in cui i cantanti dovevano portare sul palco i brani (di altri artisti) che hanno fatto epoca, lui ha portato i “suoi” successi. La sua esibizione è stata molto apprezzata, tanto da raggiungere la vetta della classifica. Ma in molti hanno commentato – utilizzando il detto napoletano – “a chi figli e a chi figliastri”. A questo punto, ad esempio, Massimo Ranieri avrebbe potuto fare un medley con “Perdere l’amore” ed “Erba di casa mia”, con standing ovation assicurata. E così molti altri big, per conquistare più consensi e salire sul podio.

Alcuni big fortemente penalizzati nella sfida del televoto

Seconda polemica, gli orari. Nella serata in cui il televoto avrebbe dovuto bilanciare i giudizi (scontati) della sala stampa, alcuni artisti sono saliti sul palco a notte inoltrata mentre altri nel momento di massimo ascolto. E ad essere penalizzati sono stati quelli che hanno migliaia e migliaia di fan giovanissimi, che quindi non hanno votato. O hanno votato “sulla fiducia”, cioè prima dell’esibizione. Molte performance sono state viste solo da chi riusciva a tenere gli occhi aperti nonostante l’orario. Ad esempio, quella di Aka7even, che al pianoforte ha reso omaggio ad Alex Baroni a vent’anni dalla scomparsa. E l’ha fatto insieme ad Arisa, che ha “regalato” un’atmosfera particolare con la sua inconfondibile voce. Risultato? Quattordicesimo posto. «Un’assurdità», hanno protestato sui social. Mahmood e Blanco non ne hanno risentito perché sono già nell’Olimpo della classifica. Fabrizio Moro, penultimo a salire sul palco, non ha potuto invece usufruire al massimo . nel televoto – dell’ottima interpretazione che ha fatto di “Uomini soli”.

Il Sanremo di Amadeus fa l’exploit

Ma ad Amadeus interessava raggiungere l’obiettivo. E infatti sono stati 11.378.000 gli spettatori medi della quarta serata di Sanremo 2022. Lo share medio è stato del 60,5% di share. Amadeus guadagna oltre tre milioni d’ascolto e più di 15 punti di share rispetto alla prima parte dello scorso anno, che ottenne 11.115.000 spettatori, con il 43,3% di share. E 2,5 milioni e circa 15 punti percentuali rispetto alla seconda parte del festival 2021, che venne vista da 4.980.000 spettatori con il 48,2% di share.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *