Matteo Romano, da Sanremo all’amore per la famiglia: “Virale” vola, lui continua a studiare

sabato 12 Febbraio 19:35 - di Paolo Sturaro
Matteo Romano

Quasi due milioni di visualizzazioni in pochi giorni per la sua “Virale”. Matteo Romano non è solo un fenomeno social. La sua esibizione a Sanremo ha colpito non solo i giovanissimi (che già lo seguivano) ma anche le famiglie. Il suo viso da bravo ragazzo e l’educazione sono le due armi che ha sfoderato sul palco del Festival. Non è un ragazzo “leggero”, di quelli tutto tatuaggi e linguaggio da burinotti. Lui distingue: ha frequentato il liceo classico, gli piace studiare, è universitario, suona il pianoforte.

Da “Concedimi” a “Virale”, un successo dopo l’altro

Il brano che l’ha lanciato verso la popolarità è “Concedimi”. L’artista l’ha presentato in gara a Sanremo Giovani 2021 arrivando sul gradino più alto del podio insieme ad altri due cantanti in gara. La canzone ha avuto un successo straordinario, raggiungendo il traguardo di tre milioni di ascolti in appena quindici giorni. E ora tocca a “Virale”.

A “Verissimo” il suo amore per la famiglia

Ospite a Verissimo, Matteo Romano ha parlato della sua famiglia e soprattutto dei suoi nonni. E ha affermato di essere particolarmente legato a sua nonna materna, che gli ha trasmesso la passione per la musica. «Mia nonna è stata sempre appassionata di musica e quando ero piccolo e andavo da lei spesso provavamo insieme. Lei per esempio mi ha insegnato la scala di Do», ha detto il cantante.

«Voglio continuare a sperimentare, la musica è la mia vita»

«Lei è fierissima di me. Ora ci vediamo poco, anche per la pandemia, ma so che lei mi è vicina», ha aggiunto. «Sono davvero contento di quello che sto facendo. Nonostante i miei 20 anni voglio continuare a sperimentare, a provare, perché la musica è la mia vitaۚ», . ha raccontato a Silvia Toffanin. «Spero e credo anche di iniziare nuovamente gli studi universitari». Matteo Romano ha due fratelli gemelli: «Loro due sono omozigoti, sono uguali. Io sono stato quello diverso, anche per interessi».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *