Green pass eterno, chi lo vuole e perché. Il fine è quello di creare tensioni e togliere voti a Lega e FdI

lunedì 7 Febbraio 8:01 - di Francesco Severini
Green pass

Chi vuole il Green pass in eterno e perché? Ad accusare i guardiani dell’emergenza sanitaria è oggi Libero. Con un articolo di Pietro Senaldi che punta l’indice contro gli esperti Locatelli e Ricciardi. I quali si sono detti contrari alla fine del green pass in coincidenza con la fine dell’emergenza sanitaria il prossimo 31 marzo. Una questione di prudenza – hanno argomentato – perché il virus potrebbe regalarci nuove e pericolose varianti.

Il fine politico del Green pass eterno

Ma il vero motivo, accusa Senaldi, è tutto politico.  “Adesso che la pandemia rallenta e sempre più cittadini sviluppano insofferenza verso il certificato verde e si chiedono che senso abbia continuare con le restrizioni più rigide del mondo occidentale, non mollare di un centimetro significa mirare ad aumentare la tensione sociale. Dietro tutto questo c’è un calcolo politico. Più si mantengono i divieti malgrado il miglioramento della situazione, più malumore si crea. Maggiore è il malessere sociale, più forti diventano i movimenti no vax e no Green Pass i quali, intercettando la protesta, diventeranno veri e propri collettori di massa critica potenzialmente capaci di trasformarsi in un partito”.

Rafforzare il partito dei no vax per indebolire Lega e FdI

E attenzione, perché la nascita di un partito no vax avrebbe lo scopo di intercettare i voti dei grillini e di toglierli a Lega e Fratelli d’Italia. “La protesta infatti – dice Senaldi – pesca a destra o nei cinquestelle ma preserva il Pd, che è a un tempo il partito dei divieti e dei poteri forti e che potrebbe vincere le elezioni per sottrazione dei voti altrui piuttosto che per aumento dei propri… Il punto è – conclude – che si vogliono calpestare i diritti dei cittadini e alimentare lo scontro nel Paese solo per mettere in difficoltà il centrodestra, sperando che sbarelli sul certificato verde come in parte ha fatto sui vaccini. E se per farlo bisogna dare una mano ai deliri dei no vax, è il minore dei mali. Quel che conta è togliere voti a Lega e Fratelli d’Italia e impedire al centrodestra di andare al governo da solo”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *