“Gli ucraini? Cameriere, badanti e amanti”. Nella frase di Annunziata e Di Bella c’è la sinistra italiana

venerdì 25 Febbraio 10:47 - di Luisa Perri
Di Bella Annunziata

«Cameriere, camerieri, badanti … amanti». Queste le parole usate ieri da Lucia Annunziata e Antonio Di Bella durante la diretta del Tg3 sulla guerra in Ucraina. Parole pronunciate mentre in collegamento parla Enrico Letta e i due sono convinti di avere i microfoni chiusi.

E proprio quel fuori onda dei due giornalisti, volti storici della sinistra televisiva, dice molto di più di una gaffe o di una battuta da bar sport. «Non capisco che cosa ci sia da stupirsi delle frasi della Annunziata e di Di Bella – commenta su Twitter Alessandro V. La vera sinistra è questa qui. Quella delle campagne manifesto. Dai migranti, all’ambiente ai temi sociali. Il migrante è bello solo in foto, ma lontano da loro». Proprio il fatto che il fuori onda sia arrivato mentre parlava il segretario dem che solidarizzava con la comunità ucraina nel nostro Paese, la dice lunga sul modo di pensare privato di molti giornalisti radical chic. «Ecco a voi la sinistra italiana», cinguetta un altro utente su Twitter.  Mentre la domanda che regna in queste ore è un’altra:  «Ci saranno strascichi o spiegazioni plausibili dell’accaduto?», chiede il sito Vigilanzatv.  

Usigrai protesta, ma Annunziata e Di Bella non saranno puniti

Oggi anche l’Usigrai, sindacato interno dei giornalisti di viale Mazzini, interviene per stigmatizzare l”episodio. Uno scivolone inqualificabile, sgradevole, nelle prime ore drammatiche di una guerra che causerà morte distruzione e dolore”. Lo scrive in una nota l’Esecutivo e il Cpo Usigrai, augurandosi “che i diretti interessati, Antonio Di Bella, neodirettore dell’intrattenimento daytime, Lucia Annunziata tra le giornaliste più autorevoli della nostra azienda, trovino le parole giuste per scusarsi con le donne e gli uomini ucraini e che l’azienda faccia le opportune valutazioni”. Come finirà? Dato che i responsabili della frase sono due big del giornalismo legati al Partito democratico, non avranno alcuna conseguenza. A viale Mazzini funziona così.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *