Eliseo, l’ultima di Zemmour: «Se mi sostiene e vinco, faccio premier Marion Marechal»

mercoledì 16 Febbraio 20:04 - di Elsa Corsini

La corsa all’Eliseo rimescola lo scacchiere dei partiti. A destra la sfida tra i tre candidati non conosce tregua. È di queste ore la provocazione di Eric Zemmour. Che vedrebbe bene come primo ministro Marion Marechal, nipote di Marine Le Pen, in caso di sua vittoria nella corsa all’Eliseo. Così il candidato di estrema alle elezioni presidenziali francesi, secondo anticipazioni della sua intervista al magazine Elle. “Ma soltanto se farà campagna per me”, ha sottolineato all’indirizzo della bella Marion. Ricambiando la stima incassata a gennaio. Che destò l’ira funesta della zia Marine.

Zemmour: se mi sostiene faccio premier Marion Marechal

Ex deputata del Rassemblement national guidato dalla zia, figlie del fondatore del Front National, Marion a fine gennaio aveva lodato “la coerenza, la visione e la strategia” di Zemmour. Senza chiarire le sue mosse all’indirizzo dell’ex editorialista de Le Figaro. Senza annunciare il suo sostegno nella corsa alle presidenziali. La stampa si sbizzarrisce all’indomani dell’endorsement di Trump per il giornalista. Se Marion Marechal si schierasse a fianco di Zemmour sarebbe un duro colpo, anche personale, per Marine Le Pen. In vista delle elezioni presidenziali di aprile è sempre più guerra aperta fra i tre candidati della destra, Zemmour, Le Pen e la più moderata Valerie Pecresse, in competizione per arrivare al ballottaggio contro Emmanuel Macron. Il presidente uscente, che ancora non si è formalmente candidato, è  in testa ai sondaggi al primo turno. Ma la partita è aperta.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *