Meloni delusa da Draghi: “Ripete che va tutto bene e insiste su una strategia sbagliata”

lunedì 10 Gennaio 20:31 - di Carlo Marini
Meloni Draghi

“Dal presidente del Consiglio Draghi ci saremmo aspettati un atto riparatorio ben diverso da una conferenza stampa concessa dopo giorni di silenzio”. E’ quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, commentando la conferenza di Palazzo Chigi del premier Draghi.

“Ci aspettavamo un atto di onestà intellettuale”

“Un atto di verità e di onestà intellettuale – prosegue la leader di FdI – con le scuse agli italiani e l’ammissione degli errori commessi finora. I cittadini sono alle prese ogni giorno con tutti i problemi legati ai provvedimenti caotici e contradditori dell’esecutivo. Tuttavia, oggi Draghi, Speranza, Bianchi e Locatelli non hanno fatto altro che ripetere che va tutto bene. E che la strategia portata avanti finora dall’esecutivo ha avuto successo. A questo si aggiunge la grande disinvoltura con la quale si è cambiata versione sui vaccini: prima ci avevano detto che il vaccino serviva a impedire al virus di circolare, oggi invece serve al singolo a limitare il rischio di contrarre il Covid in forma grave, soprattutto per i più anziani. Come sempre sostenuto da Fratelli d’Italia”.

Meloni: “Draghi punti ad altre misure per fermare il contagio”

“Il governo – prosegue la leader di FdI – continua a puntare tutto sulla vaccinazione e sul green pass mentre continua a non dare risposte su tutte le altre misure necessarie per fermare il contagio, dal potenziamento dei mezzi pubblici all’areazione meccanica controllata nelle scuole. Una strategia  sbagliata – conclude la Meloni – che FdI continuerà a denunciare”.

Le uniche scuse del premier: per la conferenza stampa in ritardo

“Questa conferenza stampa avviene come risposta alle critiche che il governo e io in particolare abbiamo ricevuto per non aver fatto la conferenza stampa il giorno in cui il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto”, ha spiegato il premier Mario Draghi. “Secondo me c’è stata anche da parte mia e di altri una sottovalutazione delle attese che tutti avevano per quella conferenza stampa, per cui mi scuso e vi prego di considerare questo come un atto riparatorio”, ha aggiunto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *