“Draghi salirà al Colle su un tappeto di cadaveri”: Montanari delira, Gruber sorride (video)

venerdì 21 Gennaio 15:31 - di Lucio Meo

Sotto l’occhio complice e compiaciuto di Lilli Gruber, il professor Tomaso Montanari a “Otto e mezzo” spara a zero contro tutti, tra improperi, veleni e bocciature e in nome di una moralità che non si sa bene a chi attribuisca, tra i suoi amici di sinistra, grillini compresi, alle prese con l’ennesimo scandalo.

Montanari contro Draghi, parole volgari

Il Rettore dell’Università degli Stranieri di Siena, dopo la clamorosa gaffe sulla “repubblica delle banane” del discorso di Mattarella a Capodanno, stavolta si lancia in un’intemerata contro il premier Draghi, con una provocazione molto, molto forte. “La sua elezione – dice – non sarebbe meno letale, se Berlusconi è l’anti costituzione fatta persona, Draghi anti costituzione fatta ideologia. Negli ultimi mesi ha fermato l’azione del governo per non deludere Salvini, è chiaro che se sale al Colle lo fa su un tappeto di cadaveri…”.

Parole che lasciano impietriti gli ospiti della Gruber, che però ben si guarda dal chiedergli di contenersi. In precedenza, nell’introdurlo, la conduttrice aveva chiesto lumi sull’analisi apocalittica di Montanari, che aveva parlato nei giorni scorsi di “elezione al Quirinale fatta  sulle macerie del Paese“. Non le sembra un po’ categorico come giudizio? “E’ il mio…”, aveva risposto Montanari, sotto lo sguardo sorridente della Gruber, che non s’è smossa neanche quando il professore ha parlato di “tappeto di cadaveri” che spianerebbe la strada al Colle a Draghi…

Se l’avesse detto Meloni o Salvini, non osiamo immaginare….

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *