Briatore assolto: non frodò il fisco con lo yacht. Il manager: «Si chiude un calvario durato 12 anni»

mercoledì 26 Gennaio 14:52 - di Federica Parbuoni
briatore assolto

«Il fatto non costituisce reato». Così, dopo 12 anni e sei processi, la Corte d’Appello di Genova ha assolto Flavio Briatore e altre persone dall’accusa di frode fiscale, in relazione alla proprietà dello yacht Force Blue, che fu sequestrato al largo di La Spezia nel maggio 2010, mentre a bordo c’erano l’allora moglie del manager, Elisabetta Gregoraci, e il figlio neonato Nathan Falco. Briatore era accusato di aver evaso il fisco per oltre 3 milioni di euro, evitando di pagare l’Iva sull’importazione del carburante con l’intestazione della barca a una società estera. Oltre all’assoluzione, i giudici hanno anche disposto la revoca della confisca dello yacht, che però nel frattempo è andato all’asta, e dei 3 milioni e 6oomila euro oggetto del contenzioso.

Briatore: «Assolto dopo 12 anni, si conclude un calvario»

Commentando l’assoluzione, Briatore ha ricordato che in occasione della confisca del Force Blue «sui media di tutto il mondo usciva la notizia che ero un contrabbandiere e un evasore fiscale». «Oggi, dopo 12 anni e 6 processi, si è finalmente accertata la mia innocenza. Un vero calvario che si è fortunatamente concluso», ha sottolineato il manager, che, parlando con l’Adnkronos, ha anche ringraziato «tutti i professionisti che mi hanno seguito in questa storia, da Coppi a Massimo Pellicciotta a Fabio Lattanzi ed Andrea Parolini».

Il legale: «Dopo tutti questi anni non è davvero giustizia»

La sentenza d’Appello arriva dopo che la Cassazione per due volte aveva annullato i precedenti pronunciamenti, disponendo un nuovo processo. L’ultimo condannava Briatore a 18 mesi. «L’assoluzione di Briatore la potrò commentare dicendo che la giustizia trionfa. Ma mi chiedo se è giustizia un processo che dura 12 anni e obbliga una persona innocente a convivere con un incubo. No, non è giustizia», ha sottolineato poi il difensore di Flavio Briatore, l’avvocato Fabio Lattanzi.

Santanché: «Il tempo è galantuomo»

«L’assoluzione di Flavio mi riempie di gioia. Quel che resta vergognoso è come hanno trattato Briatore per una decina d’anni, dipinto come il più grande evasore e truffatore, con insulti e sberleffi. Poi per fortuna il tempo è galantuomo e ci sono ancora dei giudici che hanno il senso della giustizia», è stato poi il commento della senatrice di Fratelli d’Italia, Daniela Santanchè, amica di lunga data del manager.

Il nodo del Force Blue, venduto all’asta un anno fa

Ma se con l’assoluzione, richiesta per altro dalla stessa procura generale insieme alla revoca della confisca, il processo a Briatore si chiude in modo definitivo, lo stesso potrebbe non accadere per il Force Blue, venduto all’asta un anno fa e acquistato dal Bernie Ecclestone al prezzo di 7 milioni di euro, contro un valore stimato di 20 milioni. L’Avvocatura dello Stato, infatti, secondo alcune ricostruzioni, potrebbe anche decidere di impugnare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *