Sofia Goggia stupisce ancora: a Lake Louise un’altra discesa libera spettacolare e vincente (video)

domenica 5 Dicembre 10:19 - di Vittorio Giovenale
Sofia Goggia

Sofia Goggia regina della discesa libera a Lake Louise, tappa valevole per la Coppa del Mondo femminile 2021/2022 di sci alpino. La bergamasca si impone anche nella seconda discesa sulla pista canadese, infliggendo nuovamente un grande distacco alla concorrenza.

La campionessa olimpica in carica taglia il traguardo in 1’48″42, precedendo di 84 centesimi la statunitense Breezy Johnson, seconda. Sul grado più basso del podio sale la svizzera Corinne Suter, staccata di 98 centesimi dalla vincitrice. Punti importanti per l’azzurra, che risale la classifica generale fino al terzo posto, alle spalle di Petra Vlhova, assente oggi, e della leader Mikaela Shiffrin, solo 38esima in gara e ancora in difficoltà in discesa. Con la doppietta di Lake Louise, Goggia ottiene il sesto successo consecutivo in discesa, nonostante lo stop per infortunio nella passata stagione. La bergamasca raggiunge quota 13 vittorie in Coppa del Mondo, quarta italiana di sempre alle spalle di Deborah Compagnoni e Federica Brignone (appaiate a 16) e Isolde Kostner (15 successi).

Sofia Goggia a due vittorie dalla leggenda Kostner

In particolare, Goggia si avvicina proprio a Kostner, regina della velocità italiana, salendo a 10 vittorie in discesa, a due soli trionfi dall’altoatesina.  “E’ stata una gara disputata – ha commentato la sciatrice azzurra – in condizioni totalmente diverse rispetto a venerdì. La pista era forse più bella perche è stata ben lisciata, ma con una visibilità del genere era più difficile leggere il terreno. Infatti già alla terza curva non sono riuscita a tirarla bene, tanto che qualche decimo l’ho lasciato per strada, poi ho controllato altre porte per non commettere errori. Sono stata brava da metà in giù”. “E’ la mia sesta vittoria consecutiva in discesa con l’infortunio di Garmisch in mezzo – spiega la fuoriclasse bergamasca – sono molto contenta soprattutto perchè Lake Louise non è un tracciato che si addice così tanto alle mie caratteristiche, ma quest’anno è un po’ più mossa. Non mi aspettavo due risultati del genere alla vigilia, mi sentivo sicuramente fra le candidate alla vittoria ma non così tanto”.

Due vittorie in due giorni

“A Copper in allenamento facevo fatica – ammette l’olimpionica al termine della gara -, tuttavia quando c’è da tirare le curve in questa maniera sono brava. Adesso parte la sfida al supergigante, perchè il vero passo verso l’alto sta in quella disciplina, ho già dimostrato in passato di avere vinto due discese consecutive e poi essermi perduta in supergigante come a Val d’isère, St. Anton e Crans Montana. Diciamo che è la mia nuova sfida, sto consolidando la mia capacità, i distacchi rifilati in questi due giorni sono tanti, però mi aspetto che le avversarie crescano, ad ogni gara si riparte da zero”. Sofia Goggia ha raggiunto il traguardo di dieci vittorie in discesa, a soli due trionfi da Isolde Kostner: “Non faccio paragoni di questo tipo, apparteniamo a due generazioni diverse. Cerco semplicemente di dare il mio meglio in ogni situazione, i conti li faremo a fine carriera”.

Lo sci azzurro festeggia non solo con la fuoriclasse bergamasca

L’Italia può festeggiare anche un’ottima prestazione di squadra. Nadia Delago, che chiude al sesto posto a 1″34 dalla vincitrice, conquistando così il miglior piazzamento della carriera nel circuito. In top 10 anche Federica Brignone, decima a 1″70, mentre Elena Curtoni è 14esima, staccata di 2″51. Nuova iniezione di fiducia anche per l’altra sorella Delago, Nicol, che chiude 21esima (+2″51) ma con ampi margini di miglioramento.
Terminano invece fuori dalle migliori trenta e dunque fuori dalla zona punti le altre azzurre in gara: Roberta Melesi 33esima (+3″04), Francesca Marsaglia 35esima (+3″07) e Karoline Pichler 45esima (+4″68).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *