Roma, i beni confiscati sono “cosa loro”: nel Forum cittadino non c’è spazio per l’opposizione

venerdì 17 Dicembre 12:53 - di Eleonora Guerra
beni confiscati roma

Il Campidoglio ha approvato l’istituzione del “Forum cittadino” sulle politiche in materia di beni confiscati alla criminalità organizzata a Roma. Un’iniziativa meritoria se non fosse che, per com’è stata impostata, taglia fuori l’opposizione. A denunciare l’accaduto è stato il gruppo di FdI, che aveva cercato di correggere la stortura con un emendamento presentato in Assemblea Capitolina e bocciato dal centrosinistra.

L’opposizione esclusa dal Forum

«Il Forum sarà sicuramente uno strumento importante per il confronto e la collaborazione sui temi della legalità tra le istituzioni e le associazioni, fondazioni e comitati impegnati che da anni sono impegnate su questo versante», hanno riconosciuto i consiglieri di FdI in una nota congiunta sottoscritta dal primo firmatario dell’emendamento, Federico Rocca, e da tutti gli altri consiglieri: il capogruppo Giovanni Quarzo, Francesca Barbato, Andrea De Priamo, Lavinia Mennuni e Rachele Mussolini. Proprio alla luce dell’importanza del Forum FdI chiedeva di introdurre tra i soggetti che ne fanno parte «anche tutti i capigruppo dei partiti rappresentati in Campidoglio».

«La lotta alla criminalità non è appannaggio della sinistra»

«La lotta alla criminalità sotto ogni sua forma, la difesa della legalità e la promozione della cultura della legalità – hanno ricordato ancora i consiglieri di FdI – non sono ad esclusivo appannaggio della sinistra ed è sempre sbagliato decidere la composizione di un organo istituzionale pensando di governare in eterno. Bisognerebbe avere più equilibrio, anche perché – hanno avvertito – il centrosinistra che ha bocciato il nostro emendamento cosa farà quando sarà all’opposizione? Chiederà di modificare la composizione del Forum per poterne far parte? Le regole – ha ricordato FdI – non si scrivono mai con arroganza e con la presunzione di chi oggi ricopre una posizione di maggioranza, poiché, gli equilibri nel corso del tempo possono cambiare. Quindi, le regole si scrivono sempre per tutti e nell’interesse di tutti».

Bocciata anche la destinazione dei beni confiscati a Roma alle forze dell’ordine

«Riteniamo che sia molto grave – hanno quindi ribadito i consiglieri di FdI – la scelta del centrosinistra capitolino di voler escludere le opposizioni da un Forum così importante viste le tematiche che tratterà, ma non paghi di questo nella stessa seduta hanno anche bocciato un ordine del giorno di FdI con il quale chiedevamo di destinare parte dei beni confiscati alla mafia alle forze dell’Ordine. Del resto, meglio i centri sociali occupati dai quali il sindaco Gualtieri fece partire la sua campagna elettorale che – hanno concluso – più presidi delle forze dell’Ordine sul territorio».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *