Roma, dalla Stazione Termini alla metro e alle vie dello shopping: stranieri e nomadi “in azione”

giovedì 30 Dicembre 9:47 - di Emanuele Valci
stazione termini

La situazione a Roma peggiora di giorno in giorno. Dalla Stazione Termini alle fermate della metro e alle vie dello shopping. La tensione resta alta. I carabinieri hanno arrestato dieci persone, nove stranieri e un italiano. Sono i presunti responsabili, a vario titolo, di reati che vanno dal furto aggravato alla rapina.

Stazione Termini, si moltiplicano i furti

Continuano i furti alla Stazione Termini. I carabinieri hanno arrestato un colombiano, senza fissa dimora. È stato bloccato appena dopo aver rubato prodotti di profumeria da un negozio all’interno della galleria. L’uomo era in possesso di altri prodotti, ancora muniti di placche antitaccheggio, di dubbia provenienza. Dovrà rispondere anche di ricettazione. Sempre nella galleria i militari hanno beccato un 35enne cileno che aveva asportato diversi capi di abbigliamento da un negozio sportivo.

Nomade 19enne sfila il portafogli

Ma non solo. Ancora alla Stazione Termini gli uomini in divisa hanno arrestato una 19enne nomade. Insieme a una complice 15enne, denunciata a piede libero, stava derubndo un turista francese che attendeva la metro sulla banchina della fermata della linea B. I carabinieri l’hanno bloccata mentre sfilava il portafoglio dalla tasca della giacca dell’uomo. In manette anche un 50enne ucraino e un 40enne libico, senza fissa dimora, sorpresi a forzare le placche antitaccheggio da diversa merce appena prelevata dagli scaffali di un negozio in via Gioberti.

Attimi di paura a piazza Bologna

Una ragazza ha chiesto aiuto ai militari in piazza Bologna. Gli uomini in divisa hanno arrestato un 48enne algerino che poco prima aveva avvicinato la giovane alle spalle e le aveva strappato dalle mani lo smartphone. L’uomo l’aveva poi colpita con due schiaffi dileguandosi per le vie limitrofe. Ma è stato raggiunto e bloccato.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi