Italiani bloccati in Marocco, Delmastro: «Effetto dell’incapacità di Di Maio, non del Covid» (video)

mercoledì 1 Dicembre 15:58 - di Viola Longo
italiani marocco

«I nostri connazionali italiani in Marocco non sono bloccati dalla variante Omicron, ma dall’incapacità del ministro Di Maio». A dirlo è stato il deputato di FdI, Andrea Delmastro, commentando il caso dei nostri connazionali che si sono ritrovati bloccati nel Paese per l’improvvisa decisione del governo marocchino di chiudere le frontiere aree, con conseguente sospensione di tutti i voli in entrata e in uscita, come misura di prevenzione per limitare la diffusione della variante Omicron.

La testimonianza: «In aeroporto scene di disperazione»

A denunciare il caso è stata in particolare una donna di Bolzano, Claudia Lanteri, a Marrakech per lavoro, che ha raccontato in un video di «scene di disperazione in aeroporto, dove tutti i desk sono chiusi». «Chiediamo aiuto», ha aggiunto la donna, che ha parlato di 20 italiani bloccati nello scalo: 4 trainer e 16 ragazzi da tutta Europa. Lanteri oggi è tornata a raccontare la situazione che stanno vivendo gli italiani bloccati in Marocco in collegamento con L’Aria che Tira su La7. La donna ha riferito di un totale abbandono da parte delle istituzioni italiane, a partire dall’Ambasciata italiana in Marocco, raccontando di come invece i cittadini romeni siano in costante contatto con i loro referenti e pronti a partire con un volo speciale.

Delmastro: «Italiani bloccati dall’incapacità di Di Maio»

Nel corso della trasmissione, della quale era a sua volta ospite, Delmastro, che è capogruppo di FdI in commissione Esteri, ha ricordato che «da maggio 2020 ho depositato in commissione interrogazioni e risoluzioni per ribadire che in casi come questi si deve applicare il meccanismo europeo di protezione civile, che prevede voli charter per andare a prendere gli italiani nel resto del mondo: voli che verrebbero rimborsati al 75% dall’Unione europea». Il deputato di FdI ha quindi spiegato che «lo ha fatto la Germania, ma noi non lo facciamo: si può tollerare lo sbaglio di un primo blocco delle frontiere e dei voli, ma perseverare nell’errore come sta facendo Di Maio è diabolico».

Ci deve pensare la Romania?

«Peraltro – ha proseguito Delmastro – i nostri connazionali bloccati in Marocco stanno sperando in un volo che sta organizzando la Romania. Di Maio, fra una telefonata e l’altra allo psichiatra per le crisi di identità del M5S, provi a chiamare il suo omologo romeno per capire – ha concluso Delmastro – come si fa il ministro degli Esteri».

Intanto la Francia rimpatria 20mila cittadini

Intanto, ieri sera, si è avuta notizia del fatto che la Francia, dopo la decisione del governo di Rabat, da venerdì ha rimpatriato dal Marocco più di 20mila persone a bordo di voli speciali. Secondo quanto scrive Le Figaro, citando fonti diplomatiche francesi, si tratta per lo più di turisti, ma anche uomini d’affari e “semiresidenti”, ovvero persone che hanno la residenza tra il Marocco e la Francia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *