Ita adotta le norme anticontagio: obbligatorie le mascherine Ffp2. Ecco le altre misure

lunedì 27 Dicembre 17:26 - di Giorgia Castelli
Ita

Ita Airways adotta le nuove norme anticontagio previste dal Dl del 24 dicembre scorso: fino al 31 marzo 2022 dunque sarà obbligatorio indossare a bordo dei propri voli mascherine di tipo Ffp2. Sono esentati i bambini al di sotto dei 6 anni, come da disposizioni del ministero della Salute. È quanto si legge in una nota che ricorda come gli aeromobili della flotta Ita Airways sono sanificati con prodotti ad alto potere igienizzante ogni giorno e, grazie ai filtri Hepa e alla circolazione verticale, l’aria a bordo, non solo è rinnovata ogni 3 minuti, ma è pura al 99.7%, come in una sala sterile.

Ita Airways, le norme anticontagio

Inoltre, in ottemperanza alle vigenti disposizioni delle autorità sanitarie nazionali, la Compagnia adotta importanti accorgimenti per evitare contatti tra i passeggeri. In particolare, la normativa applicabile prevede che: sia consentito portare a bordo un solo bagaglio a mano delle dimensioni consentite; gli effetti personali di dimensioni ridotte (ad esempio borse da donna, zaini, porta computer) dovranno essere posizionati sotto il sedile. Al fine di garantire gli standard di sicurezza, in caso di voli con un elevato coefficiente di riempimento, il bagaglio a mano potrà essere ritirato al gate per l’imbarco in stiva; il servizio di bordo potrà essere effettuato in formato ridotto per ridurre al minimo il passaggio e lo stazionamento in cabina del personale di volo; cibo e bevande saranno erogati con modalità tali da consentire il mantenimento dei più alti standard igienici, in monoporzione sigillata. Sarà assicurata, in ogni caso, la possibilità di richiedere alcune tipologie di pasti speciali.

Le fasi di imbarco

Le fasi di imbarco e sbarco dall’aeromobile dovranno avvenire in modo ordinato, per file. I passeggeri saranno tenuti a seguire scrupolosamente le indicazioni del personale di cabina. In aeroporto potrà essere misurata la temperatura corporea prima della partenza ed in presenza di un valore superiore a quello stabilito dalla normativa (per l’Italia superiore ai 37,5° C) potrà esserti vietata la partenza o richiesta una specifica certificazione medica.

La misurazione della temperatura è prevista anche sullo scalo di destinazione finale sul territorio italiano e potrà avvenire anche tramite termoscanner. Durante l’imbarco sarà dunque necessario non indossare cappelli e copricapo tali da impedire di rilevare la temperatura corporea

La distanza di sicurezza di almeno un metro

Durante tutte le operazioni effettuate in aeroporto (check-in, transito, imbarco, sbarco, ritiro dei bagagli, controlli di sicurezza, ecc.) sarà necessario mantenere sempre la distanza di sicurezza di almeno un metro. Come da disposizioni del Ministero della Salute, è inoltre necessario indossare una mascherina protettiva fin dall’arrivo in aerostazione; sono esentati i bambini al di sotto dei 6 anni. Le aree aeroportuali, prosegue la nota, vengono sanificate e igienizzate anche più volte al giorno sia dagli enti aeroportuali, per le zone comuni che dalla Compagnia, per le aree dedicate.

Le altre misure

Per garantire il distanziamento interpersonale, le operazioni di imbarco verranno effettuate per gruppi di file iniziando dalla parte posteriore dell’aeromobile. Inoltre, ove possibile, l’imbarco sarà effettuato con il jet-bridge; in caso di utilizzo della navetta, la Compagnia ha previsto un limite massimo di passeggeri. In ogni caso bisognerà indossare sempre la mascherina e mantenere la distanza interpersonale di un metro

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *