È morta Katjuscha, l’amica del “piccolo” Knut. Era l’ultima orsa polare dello zoo di Berlino (video)

lunedì 27 Dicembre 17:39 - di Redazione
orsa Katjuscha

A dieci anni dall’addio a Knut, una specie di star del genere e del posto, lo zoo di Berlino perde l’ultimo esemplare della specie: è morta, all’età di 37 anni, l’orsa Katjuscha. La quale era a sua volta “celebre” in quanto detentrice di un “record”: era l’orso polare in cattività più vecchio d’Europa. Normalmente, infatti, gli orsi polari vivono per 25-30 anni. Eppure lei, per quanto avesse problemi di cuore ed era da tempo in cura, ha resistito più a lungo. Fino alla vigilia di Natale quando, entrati nella sua gabbia all’aperto, i custodi l’hanno trovata esanime in quello spazio che era stata la sua casa e la sua gabbia.

È morta Katjuscha, l’ultima orsa dello zoo di Berlino

Uno spazio che ha ospitato la gran parte della vita dell’orsa Katjuscha, e condiviso per qualche anno insieme a Knut, che era diventato il “simbolo” dello zoo di Berlino dopo che l’orsetto era stato allattato manualmente dai custodi sin dalla nascita, nel 2006. E così, se Knut rappresentava una delle maggiori star nella storia dello zoo, e l’intera Germania è rimasta scioccata quando è morto all’improvviso (nel 2011, per una malattia al cervello). Con la scomparsa dell’altra inquilina dello bioparco tedesco, oggi Berlino piange l’ultima perdita. E con la dipartita di Katjuscha, si arrende anche al fatto di non avere più orsi polari da ospitare.

Ha vissuto con Knut e non ha mai avuto cuccioli

«Decideremo nelle prossime settimane cosa fare della gabbia degli orsi polari», indica allora, a riguardo la struttura. Due orsi polari vivono infatti in un altro zoo della capitale tedesca: il Tierpark, che è nella zona orientale della città. E che è di proprietà della stessa società. Katjuscha era nata allo zoo di Karlsruhe nel 1984 ed era arrivata a Berlino all’età di un anno. Non ha mai avuto cuccioli. Con lei, dunque, la famiglia degli orsi polari ospitati nel giardino zoologico di Berlino si estingue. E con la sua morte si chiude un’epoca per il bioparco berlinese. Una stagione che Knut e Katjuscha hanno contribuito a rendere celebre.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *