È medico ma non si vaccina, Daniele Giovanardi sospeso dall’Ordine. Il gemello Carlo: non è No vax

venerdì 3 Dicembre 9:27 - di Lorenza Mariani
Giovanardi

Gemelli, ma con posizioni sul vaccino anti-Covid diametralmente opposte. E così, Daniele Giovanardi, ex primario del pronto soccorso di Modena e fratello dell’ex senatore Carlo Giovanardi, è stato sospeso dall’ordine professionale perché non è vaccinato contro il Coronavirus. E, in quanto tale, non potrà svolgere in via ufficiale la libera professione. Il fratello politico, che conferma invece di aver già ricevuto la terza dose. E che non ha mai nascosto di sostenere completamente la campagna vaccinale portata avanti dal governo Draghi, difende le istanze del congiunto e spiega le motivazioni all’origine della situazione. È

Daniele Giovanardi sospeso dall’Ordine dei Medici

Ma partiamo dall’ultima evoluzione della vicenda vaccinale e professionale che vede coinvolto Daniele Giovanardi, il medico fratello dell’ex senatore Carlo, che l’Ordine dei medici ha appena sospeso perché non si è ancora vaccinato contro il Covid. L’ex parlamentare e ministro lo difende: «Io ho fatto la terza dose. Sono assolutamente convinto che bisogna vaccinarsi perché questa è la strada giusta. Mio fratello, invece, ha sempre sostenuto di non essere un No vax. Ma è molto critico rispetto ad alcuni aspetti del Green Pass».

Il fratello gemello Carlo: ha delle perplessità ma non è un No vax

Così come, prosegue l’ex ministro, è dubbioso «riguardo alla vaccinazione sui bambini. E sulla questione che i vaccini siano ancora definiti sperimentali. Detto questo – racconta Carlo Giovanardi all’Adnkronos – mio fratello, ex primario al pronto soccorso di Modena, aveva scritto una raccomandata all’Asl locale spiegando di avere determinate patologie. Da qui la sua richiesta di verificare se poteva essere esentato dal vaccino o meno». Ma, perché c’è un “ma”, a tutto questo corredo di premesse va aggiunta anche un’altra considerazione. Che il gemello in politica fa rispetto alla vicenda che coinvolge suo fratello.

Il Giovanardi medico ha spiegato di aver chiesto l’esenzione vaccinale alla Asl di Modena

Sì, perché in base a quanto riferisce sul caso per esempio Today.it, «il Giovanardi medico ha spiegato di aver fatto avere all’Asl di Modena la documentazione e i certificati medici che lo esenterebbe dalla vaccinazione: “A settembre sono stato esentato dal vaccino, visto che tre anni fa ho avuto una tromboflebite”, ha spiegato. La sua contrarietà alla vaccinazione, però, non l’ha mai nascosta. Nelle scorse settimane ha partecipato insieme con altri medici a una manifestazione di piazza contro il Green Pass». E – a quanto risulta al sito citato – sarebbe «molto attivo nella rete dell’associazione Ippocrate, visitando diversi pazienti modenesi positivi e non vaccinati».

«Ma la scelta di sospenderlo senza avere una risposta, non mi sembra una cosa corretta»

Dunque, «l’Asl di Modena – sottolinea il Giovanardi ex senatore – avrebbe dovuto, per correttezza e trasparenza, rispondere nel merito. Se l’Asl diceva che non si doveva vaccinare, la questione era risolta, vista la presenza delle sue patologie. Se invece, diceva no questa patologia, comunque, è tale per cui mio fratello deve vaccinarsi, allora a quel punto l’Ordine dei medici, legittimamente, come fa con tutti, lo avrebbe dovuto sospendere. Ma la scelta di sospenderlo senza avere una risposta, non mi sembra una cosa corretta. E questo, sia chiaro, vale sia per mio fratello che per qualsiasi cittadino. Rinnovo, ancora, il mio appello a vaccinarsi tutti». Comunque, ammette e conclude l’ex senatore di centrodestra, «se poteva vaccinarsi e non si è vaccinato, è comprensibile che l’Ordine lo sospenda».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *