“Svegliati, l’Italia non è spaghetti e vino”: i Maneskin fanno litigare Lapo e Cardi B: è scontro al vetriolo

martedì 23 Novembre 14:11 - di Prisca Righetti
Maneskin

Quel siparietto studiato a tavolino per presentare i Maneskin come l’ultimo baluardo del logoro e superato stereotipo (soprattutto americano) dell’Italia spaghetti e mandolino. Quella scenografia con il tavolinetto apparecchiato con tovaglia a quadretti bianchi e rossi su cui troneggia un fiasco di vino, ha già detto sul servizio (e che servizio) che la conduttrice degli American Music Awards, Cardi B., si accingeva a fare ospitando la band. Ma non era così: la parola fine alle polemiche scatenate da quell’intervista ancora non è arrivata. E oggi a rinverdire indignazione e risentimento ha contribuito niente poco di meno che Lapo Elkann, al centro di un furioso scontro social che ancora imperversa sul web…

Scontro social al vetriolo tra Lapo Elkann e Cardi B.

«Svegliati e annusa il caffè, Cardi B. L’Italia non è spaghetti e vino, è molto, molto di più. L’Italia è bellezza. Cultura. Leonardo. Ferrari. Opera. Quindi, prima di presentare artisti italiani, impara e preparati», ha tuonato l’erede della Fiat (oggi Stellantis proprio grazie alla fusione tra i gruppi PSA e Fiat Chrysler Automobiles). Quindi ha proseguito: «È così triste usare stereotipi per accogliere i Maneskin»… parole che non cadono nel vuoto virtuale. Anzi: animano uno scontro al fulmicotone via social fra Lapo Elkann e Cardi B., caduta sullo scivolone dell’intervista coreografata con tanto di spaghetti e mandolino in primo piano…

Lapo, dopo lo “show” sui Maneskin: «Svegliati. L’Italia non è spaghetti e vino, è molto di più»

Lapo è fuori dalla grazia di Dio (come moltissimi altri irritati e offesa dal confezionamento stantio della presentazione della band). E incalza: «Tu combatti contro il razzismo e gli stereotipi delle minoranze. Che è una cosa grande e meritevole di massimo rispetto – insiste Lapo postando anche il video “incriminato” della presentazione indigesta –. Ma penso che alimentare gli stereotipi contro gli altri vada contro i valori che cerchi di condividere con i tuoi fan. Tutto qua. Tu e la tua famiglia siete i benvenuti in Italia. E mi piacerebbe ospitarvi nel Belpaese. Di cuore», ha concluso il manager mascherando con un invito in Italia il suo risentimento per l’affronto al Made in Italy.

La flebile autodifesa della conduttrice americana non convince e non sana l’offesa

Cardi B. sulle prime prova a replicare per le rime. Ma l’impresa è ardua: il vaso è rotto e i cocci sono tutti suoi. E infatti, di lì a poco, rimuove il tweet. Non prima di aver goffamente ribattuto: «Mi vuoi fare un’intera lezione su uno spettacolo di premi? Avrei dovuto forse portare una Ferrari sul palco?» Ha tentato di ironizzare la rapper, senza riuscire a risultare né divertente, né convincente. Poi l’ultimo, disperato sforzo di auto-difendersi e giustificarsi in zona Cesarini: «Ho fatto delle battute anche sulla mia città natale. Le persone vogliono sentirsi indignate senza motivo, in nessun modo stavo cercando di essere offensiva». E invece lo è stata. Lapo Elkann non è l’unico ad essersi sentito offeso. Ma di sicuro quello che – anche più e meglio dei Maneskin – gliele ha cantate…

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *