Stazione Termini, altre ore di tensione: immigrati in manette, tra droga, furti e aggressioni

domenica 7 Novembre 11:59 - di Mia Fenice
Stazione Termini

L’emergenza alla Stazione Termini è continua. Troppi gli episodi di microcriminalità, molte le aggressioni, i borseggi e i furti. Anche nelle ultime ore i carabinieri hanno arrestato quattro persone.

Droga e aggressioni alla Stazione Termini

In primis, hanno ricevuto la segnalazione di un furto in un negozio di abbigliamento nella galleria Forum Termini. I carabinieri hanno fermato un 24enne colombiano, dopo averlo visto allontanarsi frettolosamente, per un controllo. Nelle tasche del giovane hanno trovato tre involucri contenenti 12 grammi di marijuana e due dosi di hashish. Nello zaino che aveva in spalla c’erano capi di abbigliamento, per un valore di 150 euro. Aveva rimosso le placche antitaccheggio. Il 24enne è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e denunciato a piede libero per furto aggravato.

Scattano le manette a piazza dei Cinquecento

In serata, invece, i carabinieri hanno arrestato un ventenne egiziano, senza fissa dimora, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I militari l’hanno sorpreso a cedere alcune dosi di hashish a un giovane in piazza dei Cinquecento angolo via Giovanni Giolitti. Sempre nella zona della Stazione Termini, i carabinieri hanno arrestato altri due stranieri, un 27enne del Gambia e un 21enne della Guinea, entrambi senza fissa dimora e con precedenti. Avevano ceduto dosi di hashish a un coetaneo.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi