Le squallide parole di Galimberti: “Meloni madre? Non vorrei essere suo figlio!” (video)

lunedì 25 Ottobre 19:24 - di Antonio Marras
Galimberti offende Giorgia Meloni

Una puntata interamente dedicata a Giorgia Meloni, guarda caso, quella di domenica sera sulla Sette, “In Onda”, con David Parenzo e Conchita De Gregorio, a conferma dell’ossessione che la rete di Cairo manifesta nei confronti della leader di Fratelli d’Italia. I toni sprezzanti, i monologhi a senso unico, le battutine maschiliste: s’è visto e sentito di tutto, l’altra sera, sulla rete dei gentiluomini e delle nobildonne di sinistra. Mancava la Gruber, in effetti, ma quando c’è la Meloni di mezzo, si recluta di tutto per attaccarla, uomini, donne, galimberti e parenzini.

Il plotone di esecuzione di Parenzo. De Gregorio e Galimberti contro Meloni

Il programma serale si è aperto con l’annuncio della De Gregorio sul tema del giorno: la Meloni che accusa Richard Gere di farsi bello con la storia dei migranti. Sorrisine, ironie e il solito parterre ammuffito e a senso unico, la giornalista Tiziana Ferrario e il professor Umberto Galimberti, ma anche e perfino l’ex ministra delle rotelle Lucia Azzolina e una certa  Daniela Collu, anche lei donna e anche lei contro la Meloni. Il solito plotone di esecuzione, in stile Formigli. Donne che odiano le donne, come in un film, ma con l’aggiunta di qualche maschietto.

Galimberti, poi, sotto lo sguardo compiaciuto dei conduttori, dopo un pistolotto contro il maschilismo, si è dedicato alla sua attività preferita, “menare” la Meloni, con frasi squallide e barbariche anche sulla maternità: “Quando la Meloni dice ‘sono madre’ mi verrebbe voglia di non essere mai suo figlio, quando dice ‘sono cristiana’ mi verrebbe voglia di essere ateo…”.

In studio, Parenzo abbozza una difesa della Meloni che finisce a barzelletta, “ma su, era un comizio!”, la De Gregorio neanche quello, del tutto indifferente alle provocazioni del maschio sulla maternità di una donna che viene criticata, in studio, per aver detto “sono una mamma, sono cristiana”. “Professore, ma il suo è un giudizio politico…”, dice la De Gregorio. Politico? Poi Galimberti insiste e parla di “ferocia” della Meloni per aver detto di essere mamma e cristiana all’assemblea di Vox. Delirio. Arriva la Ferrario a menare: “Ha detto quello cose come se qualcuno volesse togliergliele, a Vox, i contenuti, questi sono i contenuti…”. Parliamo sempre di “mamma” e “cristiana”, eh, pericolosissimi argomenti contestati alla leader di Fdi.

Risatine, per non piangere. Si sorride di una maternità, quella della Meloni, sbeffeggiata da attempato signore con la barba, che fa il paladino delle battaglie contro i maschilisti. Le comiche finali, insomma. Ma la domanda più importante è questa: la De Gregorio, mamma di quattro figli, non si è sentita offesa da quelle parole di Galimberti contro la “mamma” Meloni?

Marta Lima

Quando il filosofo offese gli elettori di destra…

Fu lo stesso Galimberti, qualche tempo fa, a parlare così del successo della Lega: “È dovuto proprio a una diffusione dell’ignoranza. In una società complessa, dove la gente fa fatica a orientarsi, chi offre una soluzione semplice e, magari a livello emotivo, inapplicabile, funziona. Ma funziona dove l’umanità è diventata gregge che, come dice Nietzsche, desidera l’animale-capo”.

Qui un ritratto illuminante del filosofo che ama farsi fare i complimenti….

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *