“La rivolta degli schiavi”: la frase razzista del calciatore Marconi a Obi gli costa 10 giornale di squalifica

martedì 26 Ottobre 20:14 - di Lucio Meo

La Corte d’Appello federale ha inflitto di nuovo 10 giornate di squalifica, come da giudizio di primo grado e ribaltato la sentenza del Coni, al centravanti Michele Marconi per le frasi razziste contro l’avversario Obi in un Pisa-Chievo della scorsa stagione.

Michele Marconi e la frase razzista contro Obi

La Corte federale d’appello “accoglie il reclamo proposto dalla Procura federale per la riforma della decisione del Tribunale federale nazionale (sezione disciplinare) n. 117/TFN-SD/2020-2021 e, per l’effetto, ai sensi dell’art 28, comma 2, C.G.S., irroga la sanzione della squalifica di 10 giornate effettive di gara al calciatore Michele Marconi”. L’attaccante oggi all’Alessandria dovrà quindi saltare le prossime otto partite, avendo già scontato due turni. Marconi, secondo l’accusa, nel corso della partita di serie B Pisa-Chievo del 22 dicembre 2020, aveva usato la frase “la rivolta degli schiavi” indirizzata al centrocampista nigeriano Obi.

Chi è il calciatore accusato di razzismo

Michele Marconi, l’ultimo caso di razzismo nel calcio, oltre a quelli che vedono protagonisti spesso i tifosi, muove i suoi primi passi nelle giovanili del Follonica prima di essere ceduto alla Margine Coperta, società-satellite dell’Atalanta in Toscana.
Aggregatosi al settore giovanile dell’Atalanta, il 20 aprile 2008 esordisce in Serie A contro la Juventus (0-4 per i bianconeri), subentrando nella ripresa al posto di Michele Paolucci. Impiegato sporadicamente da Luigi Delneri anche nelle successive gare, il 18 maggio segna – all’ultima di campionato – la sua prima rete in massima serie contro il Genoa, fissando il punteggio sul 2-0 in favore degli orobici. Il 20 agosto 2013 il Venezia – società detentrice del cartellino – lo cede in prestito all’Alessandria. Il 10 agosto 2018 firma un triennale con il Pisa, con il quale ottiene, il 9 giugno 2019, la promozione in Serie B tramite la vittoria dei play-off di Serie C. Nella successiva annata in serie cadetta realizza 15 reti in 30 presenze. Il 3 agosto 2021 fa ritorno all’Alessandria, appena promossa in Serie B tramite la vittoria dei playoff di Serie C.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *