Firenze, urlano “scimmia” a Koulibaly (video): la Procura federale apre un’inchiesta contro i cori razzisti

lunedì 4 Ottobre 11:54 - di Robert Perdicchi

“Scimmia di m… Mi hanno chiamato così. Questi soggetti non c’entrano con lo sport. Vanno identificati e tenuti fuori dagli stadi: per sempre”. Così il difensore del Napoli, Kalidou Koulibaly, su Instagram, in merito agli episodi di razzismo avvenuti ieri allo stadio ‘Artemio Franchi’ durante il match con la Fiorentina nei confronti non solo di Koulibaly ma anche di Frank Anguissa e Victor Osimhen.

“Scimmia” a Koulibaly, la Procura apre un’inchiesta

In relazione alle espressioni di matrice razzista rivolte da tifosi della Fiorentina al calciatore del Napoli Kalidou Koulibaly, la Procura Federale, acquisiti i referti dei propri ispettori e ascoltato il calciatore, ha aperto un’indagine. Nelle prossime ore saranno compiuti ulteriori atti istruttori acquisendo gli atti pertinenti dalla Questura di Firenze.

Allo stadio anche i “buu” razzisti

Non solo urla bestiale, dopo la partita, ma anche “buu” razzisti durante Fiorentina-Napoli, vinta dagli azzurri per 2 a 1. Anguissa e Osimhen si sono limitati a sorridere entrando negli spogliatoi, non così è stato con Koulibaly che si era trattenuto per le interviste a bordo campo. Kalidou trattenuto dall’addetto alle pubbliche relazioni del Napoli, davanti a numerosi testimoni che hanno assistito all’episodio, tanto che il club viola si è poi scusato col giocatore e il club per l’accaduto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *