Ott 05 2021

Annalisa Terranova @ 17:38

La Raggi telefona a Michetti e scavalca Conte che aveva detto: “Noi mai con la destra”

Il sindaco uscente Virginia Raggi ha telefonato al candidato del centrodestra Enrico Michetti per complimentarsi del risultato elettorale. Un colloquio sul quale subito sono iniziati gli esercizi di analisi dei retroscenisti. Significa che Virginia vuole trattare da sola con i candidati al ballottaggio, scavalcando il leader del Movimento?

Virginia Raggi, il suo futuro politico nel M5S

E’ possibile, anche perché la sindaca uscente ha detto tante volte durante la sua campagna elettorale che la sua avventura politica a Roma non si conclude certamente con questo voto. Del resto è già pronta per lei una poltrona nel comitato direttivo del M5S a fianco di Roberto Fico e Luigi Di Maio. E al tempo stesso il fondatore del Movimento Beppe Grillo l’ha elogiata più volte come “combattente” da omaggiare.

I giornali hanno scritto oggi di una Virginia Raggi furiosa con il leader Giuseppe Conte che non l’ha affiancata nella conferenza stampa di commiato e non ha speso una parola per elogiare lo spirito con cui ha affrontato la campagna elettorale. Al contrario, un’avversaria come Giorgia Meloni nella serata di lunedì ha riconosciuto a Virginia Raggi di avere conseguito a Roma un buon risultato.

Una frecciatina da Giorgia Meloni a Conte

E oggi, sempre da Giorgia Meloni, è arrivata una frecciatina all’indirizzo di Giuseppe Conte: ”Ho trovato di pessimo gusto che Giuseppe Conte, a fronte di un risultato molto significativo di Virginia Raggi, dalla quale sono lontana ma le riconosco l’onore della armi, sia scappato ad abbracciare il candidato vincente di un altro partito in un’altra città. L’ho trovato ingeneroso e anche un po’ vigliacco…”.

Raggi: gli elettori non sono pacchetti da spostare

L’allusione è al fatto che Conte è corso a Napoli a complimentarsi col candidato del Pd con tanto di foto sulla sua pagina Fb. Una mossa che avrebbe appunto indispettito Virginia Raggi, spingendola magari a una telefonata con Michetti che potrebbe impensierire Conte e Gualtieri. E se Conte assicura: “Noi non andremo mai con la destra”, lasciando intendere che l’alleanza col Pd è cosa fatta, Virginia Raggi ammonisce: “Gli elettori non sono mandrie da portare al pascolo, gli elettori non sono pacchetti da spostare”. Quindi nessun apparentamento a Roma.

Dunque, se davvero come si è vociferato prima del voto Conte e Gualtieri sono già d’accordo per far correre l’ex premier nel collegio blindato di Roma 1 in caso di vittoria del candidato del Pd, è certo che sulla sua strada troverà Virginia Raggi a mettergli i bastoni tra le ruote.