Green pass, l’ipotesi della fine tra un mese: ecco perché non servirà fino al 31 dicembre

mercoledì 20 Ottobre 10:05 - di Eleonora Guerra
green pass

Due numeri che vanno insieme: il 90% di vaccinati e 34 giorni. Tanto potrebbe essere necessario per arrivare al superamento delle misure di contenimento che ancora ci portiamo dietro: mascherine, distanziamento e Green pass. Delle prime due aveva già parlato la scorsa settimana il sottosegretario alla Salute, Pier Paolo Sileri, dicendo che la possibilità di andare oltre era «molto, molto vicina». Del Green pass parla ora il generale Figliuolo, legandolo alla soglia del 90% di vaccinati.

Figliuolo: «Col 90% di vaccinati via l’obbligo di Green pass»

«Quando raggiungeremo il 90% dei vaccinati, e se poi i comportamenti continueranno ad essere responsabili come stiamo facendo tutti noi e le curve confermeranno l’andamento attuale, credo che il governo penserà un qualcosa che potrà andare verso un alleggerimento delle misure di contenimento attuali, come l’obbligo del Green Pass», ha detto il commissario per l’emergenza in questi giorni. Dando anche una tempistica. «Con 70mila vaccinazioni al giorno per 30 giorni ci portiamo a casa 2 milioni di persone vaccinate in più, il che ci aiuterebbero ad arrivare al 90% o a superarlo , e a quel punto avremo raggiunto un bell’obiettivo, che è il target che ci proponiamo», ha chiarito. È stato Libero, oggi, a precisare ulteriormente la conta: numeri alla mano i giorni che ci potrebbero separare dalla fine del certificato verde sarebbero per l’esattezza 34.

Draghi: «In Italia campagna più spedita della media Ue»

Sul buon andamento della campagna vaccinale si è soffermato oggi anche il premier Mario Draghi, nel corso delle comunicazioni al Senato sul Consiglio europeo in programma per domani e dopodomani. «Dopo un avvio stentato, la campagna di vaccinazione europea ha raggiunto risultati molto soddisfacenti. Nell’Unione europea 4 adulti su 5 hanno avuto almeno una dose, per un totale di 307 milioni di persone. In Italia la campagna procede più spedita della media Ue, a oggi l’86% della popolazione sopra i 12 anni ha ricevuto almeno una dose e l’81% è completamente vaccinata», ha detto il premier, non spingendosi in pronostici. Una settimana fa, però, era stato Sileri a indicare una sorta di cronoprogramma. «Gli step saranno: si toglie la distanza, si toglie la mascherina e poi si toglierà il Green pass», aveva detto il sottosegretario, indicando come «molto, molto vicina» la fine del distanziamento.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *