Giro di vite sui monopattini elettrici: ecco regole e divieti. Il casco resta obbligatorio solo per i minorenni

27 Ott 2021 9:48 - di Redazione
monopattini

Giro di vite sui monopattini elettrici: un emendamento al testo del decreto Trasporti durante l’esame in commissione alla Camera fissa regole e divieti. Dispone aree di sosta dedicate. Abbassa il tetto di velocità massima da 25 a 20 Km. Autorizza la confisca del mezzo in caso di modifiche strutturali delle caratteristiche originarie. Introduce frecce e luce dello stop posteriore. Ma per quanto riguarda l’estensione dell’uso del casco, rimane il limite fissato dalle norme sperimentali che impongono l’obbligo solo ai minorenni. E a proposito di altre norme già in vigore, il provvedimento conferma e rilancia: il divieto di andare contromano. Il divieto di circolare in due sullo stesso mezzo. L’interdizione del transito sui marciapiedi. Misure per le quali il governo ha previsto un irrigidimento delle sanzioni e che, come anticipato, arrivano fino alla confisca per chi trucca il monopattino.

Monopattini elettrici: ecco le regole e i divieti

Delusione sull’obbligo del casco per tutti che il centrodestra aveva proposto. Anche se, riconoscono i suoi esponenti, grazie alla loro battaglia per garantire la sicurezza, che su diversi punti li hanno visti contrapporsi a M5S e Iv, hanno ottenuto comunque alcuni importanti risultati di civiltà e buon senso. Come il divieto di transito e la sosta sui marciapiedi che negli ultimi mesi hanno creato forti disagi soprattutto ai soggetti più fragili. Oltre alla riduzione da 25 a 20 chilometri orari della velocità – che resta a 6 chilometri orari nelle aree pedonali – e la previsione di confisca in caso di modifiche che ne aumentino le prestazioni.

La battaglia del centrodestra per l’estensione del casco obbligatorio per tutti

La Lega, però, su alcuni stalli o passi indietro, ha anche aggiunto: «Con la bocciatura del nostro emendamento al Dl Infrastrutture su targa, casco e assicurazione – sottolineano gli esponenti leghisti – M5s, renziani e Pd scelgono di non fare alcun passo in avanti sul fronte della sicurezza stradale. Forse qualcuno non si è accorto che il monopattino elettrico non è un giocattolo. E che purtroppo sono sempre più numerosi gli incidenti stradali, anche gravi».

Monopattini, le novità introdotte nel Decreto Trasporti

Sicurezza che resta legata a una serie di conferme e nuove norme. E allora: saranno preclusi la circolazione e il parcheggio sui marciapiedi. Mezz’ora dopo il tramonto e durante tutta la notte ci sarà l’obbligo di circolare con giubbotto catarifrangente o bretelle retroriflettenti, più visibili di notte. I monopattini non potranno procedere affiancati, trasportare passeggeri, dovranno essere dotati di indicatori di svolta luminosi per permettere di non staccare mai le mani dal manubrio e di freni anteriori e posteriori. I monopattini “truccati” verranno confiscati. Inoltre, il governo studierà il percorso per introdurre l’assicurazione per gli utenti di monopattini privati, mentre viene resa obbligatoria da subito per i monopattini in sharing.

Le campagne informative sul corretto uso del mezzo

Infine, come riporta l’Adnkronos sul tema, il vicepresidente del Gruppo di Forza Italia a Montecitorio Roberto Rosso, estensore di una legge al riguardo e componente della commissione Trasporti, ha concluso: «Le stesse società dovranno in accordo con i Comuni promuovere campagne informative sul corretto uso del monopattino ed acquisire dagli utenti la foto al termine del noleggio per verificare il corretto parcheggio. Si tratta di una rivoluzione che mette ordine alla giungla e al caos che fino ad oggi si è vissuto nelle città italiane. Resta ancora aperta la battaglia sull’obbligo di indossare il casco per i maggiorenni, una battaglia di civiltà per difendere la vita dei monopattinisti che tutte le statistiche ci dicono essere fortemente a rischio, vista la quantità di infortuni e morti su strada».

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA