“Faccio io il vaccino a mio figlio”: infermiera No vax prepara la dose, ma la versa in terra. Smascherata

mercoledì 13 Ottobre 17:21 - di Giulia Melodia
infermiera No vax

Quanto accaduto oggi in un ospedale di Roma ha dell’incredibile e registra il livello di psicosi legata alle vaccinazioni. O meglio, al volerle evitare. Stiamo parlando del diabolico piano di un’infermiera No vax che, pensando di dover assolvere all’immunizzazione – magari per poter aggirare l’obbligo del green Pass e le limitazioni che comporta non averlo –. Ma non volendo somministrare al figlio 13enne la fiala, ha messo su una messinscena che, però, non è andata in porto. La donna, infatti, smascherata da una collega insospettita dallo strano comportamento della signora, ha seguito da vicino le sue mosse. E scoperto l’inganno che la donna stava ordendo. E che magari, senza l’intervento di un occhio vigile, avrebbe anche portato a compimento…

Infermiera No vax pretende di somministrare il vaccino al figlio 13enne

La vicenda, riferita da Il Messaggero. E rilanciata da Libero e Sky Tg24, è a dir poco anomala. Tutto si sarebbe verificato nel giro di concitati minuti all’Ospedale Sant’Andrea di Roma. Dove un’infermiera si è presentata con il figlio 13enne per sottoporlo alla prima dose di vaccino anti-Covid. Ma è già dal suo ingresso che a una collega in servizio i conti non tornano. Quel nervosismo. Il fatto che la donna fosse in abiti da lavoro, nonostante quel giorno non fosse di turno. Quella insistenza pervicacemente sostenuta a voler somministrare lei stessa la dose vaccinale al ragazzo, adducendo come motivazione il fatto che il figlio fosse impaurito. E quella fretta nel voler eseguire personalmente e chiudere velocemente la pratica, incappando persino in una discussione con la collega, hanno tradito la mamma infermiera.

Ma, preparata la dose, la versa sul pavimento: la collega la smaschera

La quale comunque, almeno inizialmente, è riuscita a spuntarla. E a preparare in prima persona la fatidica iniezione. Peccato però che, al momento di farla, credendo di non essere vista, anziché iniettare nel braccio del figlio il contenuto della fiala, la machiavellica infermiera ha spinto lo stantuffo in direzione del pavimento, versando il contenuto della siringa in terra, convinta che l’altra infermiera non avesse visto nulla in quanto girata di spalle. Invece la collega, che nel frattempo ha assistito incredula alla messinscena, l’ha smascherata.

Denunciata e sospesa dal lavoro in attesa che le indagini facciano il loro corso

A quel punto l’amministrazione, informata dell’accaduto, ha denunciato e sospeso la donna che, ora, rischia il licenziamento. Oltre che ritrovarsi indagata con l’accusa di falsità materiale commessa da privato. Del tutto estraneo alla vicenda, invece, l’ospedale Sant’Andrea, dove nessuno si sarebbe mai aspettato un comportamento simile da parte di un’infermiera di una certa esperienza. Una lavoratrice temporaneamente sospesa in via cautelativa, in attesa che le indagini facciano il loro corso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *