Amministrative, urne aperte fino alle 23 di oggi e domani dalle 7 alle 15. Come si vota per i sindaci

domenica 17 Ottobre 10:08 - di Emanuele Valci
amministrative

È il giorno delle amministrative. Urne aperte fino alle 23, di oggi domenica 17 ottobre per il ballottaggio alle comunali 2021. Si voterà anche domani, dalle 7 fino alle 15, per scegliere i sindaci di 65 Comuni, tra cui 10 capoluoghi di provincia. Per votare bisognerà andare al proprio seggio – indicato sulla tessera elettorale – con un documento di identità e la tessera elettorale. Le schede elettorali saranno molto più semplici rispetto al primo turno. Infatti, conterranno i nomi dei due candidati sindaco e l’elenco delle liste che li sostengono (che potrebbero essere di più di quelle del primo turno, perché la legge consente apparentamenti tra un turno e l’altro). Per votare, basterà tracciare un segno sul simbolo di uno dei due candidati presenti sulla scheda. Non è ammesso il voto disgiunto e per i voti di preferenza verranno considerati quelli espressi al primo turno.

Amministrative, le sfide più attese

Le sfide più attese delle amministrative sono quelle di Roma e Torino. I cittadini sono chiamati a scegliere anche a Trieste, Benevento, Caserta, Cosenza, Isernia, Latina, Savona e Varese. La seconda tornata elettorale coinvolgerà circa 5 milioni di elettori. Le operazioni di scrutinio inizieranno a partire dalle ore 15 di lunedì 18 ottobre. Per votare è necessario portare con sé la tessera elettorale e un documento d’identità. Valido anche il passaporto, la patente, il libretto della pensione e il porto d’armi. Non sarà necessario avere il Green Pass anche se sarà richiesto il rispetto delle norme anti-Covid.

Michetti e Gualtieri sul ring della Capitale

Roma si sfidano per la poltrona di sindaco Enrico Michetti, candidato del centrodestra, e Roberto Gualtieri per il centrosinistra. Il primo vota al seggio di via Giovanni De Calvi, a Monteverde. Gualtieri all’istituto Federico Caffè. Anche in quattordici municipi si sfideranno il centrodestra e il centrosinistra. Ad eccezione del sesto municipio le Torri. È un “duello” molto importante, dopo gli ultimi giorni di campagna elettorali caratterizzati dalla valanga di fango gettato sulla destra. Una campagna d’odio alla quale Michetti ha rispposto con eleganza e contenuti.  A Torino a contendersi la carica di primo cittadino della città sono Stefano Lo Russo del centrosinistra e Paolo Damilano del centrodestra. A Trieste, invece, si affronteranno Roberto Dipiazza per il centrodestra, in vantaggio al primo turno, e Francesco Russo per il centrosinistra.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *