Orgoglio Italia, lacrime e applausi: gli eroi delle Paralimpiadi accolti dall’Inno di Mameli (video)

martedì 7 Settembre 9:31 - di Robert Perdicchi
Paralimpiadi

Lacrime e applausi, tanta gente comune a far festa per il ritorno in Italia delle tre “frecce” azzurre delle Paralimpiadi di Tokyo, che hanno conquistato l’oro, l’argento e il bronzo nella competizione per disabili, insieme con tutti gli altri campioni. Ieri sera una grande festa improvvisata è andata in scena all’aeroporto di Fiumicino, per il rientro, con il volo Alitalia, da Tokyo, di Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Contrafatto e per altri medagliati azzurri, tra cui  Giulia Terzi, Antonio Fantin, Giorgio Farroni, Simone Ciulli, Alberto Amodeo, Francesca Porcellato, Stefano Travisani, Elisabetta Mijno, Paolo Cecchetto, Katia Aere, Oney Tapia, Assunta Legnante, Nianga Dieng. Festa sobria ma commovente e un bilancio eccezionale, per i nostri atleti azzurri.

Le Paralimpiadi e il medagliere ricchissimo dell’Italia

“Grande emozione essere rientrata. Abbiamo segnato un piccolo pezzo di storia dello sport paralimpico”, ha dichiarato Ambra Sabatini mentre in sottofondo risuonava l’Inno di Mameli.  L’Italia ha concluso domenica 5 settembre le Paralimpiadi più vincenti di sempre con il nono posto nel medagliere generale con 69 medaglie complessive: 14 ori, 29 argenti e 26 bronzi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *