Campagna elettorale, Gualtieri e Raggi alla frutta: di notte a San Basilio si contendono il prete anti-droga (video)

giovedì 16 Settembre 8:38 - di Luisa Perri
Raggi Gualtieri

“Roma by night”, come due turisti, Virginia Raggi e Roberto Gualtieri ieri si sono contesi una piazza elettorale, finendo a braccetto, in un giro notturno di una periferia romana. Stesso quartiere a rischio, San Basilio. Identico interlocutore, quel don Antonio Coluccia, prete anti-droga del quale prese le difese pubblicamente Giorgia Meloni in tempi non sospetti. Tempi in cui non bisognava chiedere il voto ai romani.

Ieri il tour elettorale notturno ha raggiunto livelli di comicità insospettabili. Il candidato Pd e la sindaca grillina, entrambi in grande svantaggio nei sondaggi elettorali, hanno provato gli effetti speciali. La visita notturna con tanto di telecamere. L’effetto è stato ridicolo. 

Gualtieri posta il video su Facebook, la Raggi replica su Twitter

Ha iniziato prima il candidato del centrosinistra. «Ho appena finito un giro con Don Antonio Coluccia per le strade di San Basilio. Sono stato qui anche nei giorni scorsi, ma di notte la situazione in questo quartiere diventa molto più difficile e complessa». Così in un post su Facebook della tarda serata di ieri, Roberto Gualtieri, 
”Don Antonio Coluccia – ha scritto Gualtieri – è impegnato da anni nella lotta alla criminalità organizzata. Da un po’ di tempo si dedica al contrasto delle piazze di spaccio di San Basilio ed in particolare quella più importante chiamata “Piazza della Lupa”. Come? Quasi ogni notte si reca con la sua scorta a piedi in questi luoghi e con il megafono celebra un’inedita formula di vangelo, la sua arma migliore come lui la definisce. Al suo arrivo e con la sua presenza le vedette e gli spacciatori sono costretti a dileguarsi causando ingenti perdite di denaro alla criminalità».
Peccato che negli anni in cui è stato ministro del governo Conte non se ne sia mai occupato. Gualtieri ha quindi concluso con un elogio del prete anti-spaccio. «Don Antonio è una persona straordinaria che conosce questo territorio come le sue tasche. Un territorio da anni abbandonato a se stesso e che ha bisogno di rinascere».

 

Per contendersi il prete anti-droga, la sindaca e il candidato Pd finiscono a braccetto


Virginia Raggi non ha gradito, proprio lei che a San Basilio ha fatto installare una sua gigantografia elettorale, pagata dal Comune di Roma. Ha considerato un affronto l’invasione nel suo terreno di caccia elettorale. E quindi ha risposto su Twitter con un alltro video girato sempre ieri notte, sempre con il prete di San Basilio. 

«Stanotte, prima di tornare a casa, sono andata a San Basilio. C’era Gualtieri, mai visto prima in zona. L’ho portato a conoscere il quartiere e vedere cosa abbiamo realizzato in questi anni: palestra della legalità, fontana della Balena, ex bocciofila, luci e parco in via Tranfo». Così in un tweet di stanotte la Raggi che ha postato un video della passeggiata insieme a don Antonio Coluccia e al candidato del centrosinistra.

Su Twitter un follower della Raggi liquida la questione della sindaca a braccetto con Gualtieri in poche parole:  «L’unico che merita un plauso in questo filmato è il sacerdote. Perché è l’unico che domani sarà ancora lì».

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *