Berlusconi lancia Michetti. Lettera ai romani: è un moderato, e senza il centro non si vince

lunedì 27 Settembre 13:07 - di Redazione

Silvio Berlusconi invita i romani a votare per Enrico Michetti sindaco. E lo fa con una lettera-appello sui social. “Gentili elettrici, cari elettori di Roma, il prossimo 3 e 4 ottobre siete chiamati a scegliere il futuro della vostra meravigliosa città…”. Berlusconi ci tiene a sottolineare la ”formazione moderata” del candidato Michetti. Un modo per ribadire la sua tesi, espressa anche in una lettera appello ai torinesi, secondo cui senza il centro non è possibile vincere. 

“Raggi ha tradito le speranze di cambiamento”

Quindi bacchetta l’amministraziona Raggi senza mai citare gli altri ‘avversari’, ovvero Roberto Gualteri, schierato dal Pd e Carlo Calenda, leader di ‘Azione’: ”Roma non è solo la capitale d’Italia, una delle maggiori città d’Europa e del Mediterraneo, è il simbolo della nostra stessa civiltà cristiana, europea e occidentale. Per questo Roma e i romani meritano un destino e un futuro diversi da quelli cui sono stati condannati da tanti anni di amministrazioni sbagliate e inefficienti che hanno condannato questa città ad un crescente degrado, culminato negli ultimi cinque anni a guida di M5S”. E ancora: “l’amministrazione Raggi purtroppo ha tradito le speranze di cambiamento di chi l’ha votata ed ha accentuato – invece di arrestarlo – il degrado ereditato da vent’anni di giunte di sinistra”.

Berlusconi: le competizioni si vincono se c’è un centro trainante

Forza Italia, con tutta la sua squadra, ”ha condiviso di sostenere un candidato sindaco proveniente dalla società civile, un professionista di grande qualità, di notevole esperienza amministrativa e di formazione moderata come Michetti. E’ una sfida elettorale difficile, ma come la storia ci insegna, le competizioni si vincono se c’è un forte centro trainante, che rappresenta la casa di tutti i moderati. E, dunque, il voto dato alla lista “Forza Italia- Udc per Michetti” è il voto necessario per vincere, per cambiare la storia della nostra Capitale”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *