Scuola, il governo cerca di correre ai ripari: le novità, dagli scuolabus alle superiori fino al green pass

giovedì 5 Agosto 18:13 - di Liliana Giobbi
scuola

Il disastro scuola scuote il Palazzo. Il governo cerca di correre ai ripari, anche se in enorme ritardo. Tra le varie iniziative per la ripresa dell’anno scolastico sta studiando «la possibilità di estendere il meccanismo dello Scuolabus per gli studenti delle superiori». Lo ha riferito il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini. Ha aggiunto però che potrebbe essere «più complesso» da realizzare nelle aree non urbane. Ma «è un punto su cui alcune Regioni e Province autonome hanno investito. Quindi la disponibilità dei piani delle Regioni potrebbe consentirci di identificare quelle buone pratiche da generalizzare». Nello stesso tempo, si analizza un sistema di aumento dell’areazione sugli autobus per ridurre i rischi di contagio.

Scuola, resta l’obbligo delle mascherine

Green pass obbligatorio per il personale scolastico e i prof. «L’uso della mascherina è confermato», ha aggiunto il ministro. «Stiamo interagendo con il Cts per capire che cosa si può fare ulteriormente per assicurare una quota dell’80% del tasso di copertura». Secondo Giovannini, inoltre, le sanificazioni sui mezzi di trasporto pubblico locale, bus e metro, dovrebbero essere «effettuate anche durante la giornata e non solo all’inizio e alla fine». Per questo motivo ci «sono fondi aggiuntivi». Non solo, il sistema dei «controlli va rafforzato».

Il nodo del trasporto pubblico locale

«La situazione attesa del Trasporto pubblico locale non rappresenta al momento un fattore limitativo della presenza degli studenti a scuola». Questo, «per l’aumento dei fondi, per l’aumento dei servizi aggiuntivi, per la riduzione attesa della domanda». Naturalmente – ha aggiunto – l’evoluzione della campagna vaccinale è cruciale. Più persone saranno vaccinate più si riduce la probabilità di contagio sui mezzi di trasporto o a scuola».

La questione del green pass a scuola

«Nella cabina di regia governativa è risultato prevalente l’orientamento di introdurre il green pass obbligatorio a scuola senza però prevedere sanzioni. Come al solito il governo affronta un tema così delicato con superficialità». Lo hanno dichiarato i parlamentari di FdI, Paola Frassinetti, ed Ella Bucalo responsabile scuola FdI.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )