Pescara in fiamme, brucia la Pineta Dannunziana. Marsilio: «Un disastro. C’è la mano dell’uomo» (video)

lunedì 2 Agosto 9:10 - di Eugenio Battisti

Pescara in fiamme, brucia la Pineta Dannunziana

La Procura di Pescara ha già aperto un fascicolo. Oltre a quello di Pescara, sono in corso numerosi incendi che coinvolgono gran parte del territorio provinciale. Un rogo sta creando particolari problemi a Farindola. Dove sono state evacuate 31 persone e un ristorante. Incendi sono in corso anche a Penne, Bolognano, Caramanico. Città Sant’Angelo e San Valentino in Abruzzo Citeriore. I Vigili del Fuoco del Comando provinciale hanno richiamato in servizio tutto il personale disponibile. E stanno utilizzando ogni mezzo a disposizion. “Una giornata drammatica”, dice l presidente della Provincia di Pescara, Antonio Zaffiri, che dal Centro coordinamento soccorsi sta seguendo le operazioni.

Fiamme anche nei pressi di Ortona

Numerosi incendi anche nei pressi di Ortona. Diversi i focolai che stanno interessando varie contrade della cittadina. Fiamme dalla costa alle campagne. Uno dei roghi, nel centro urbano, sta lambendo il cimitero. Gli incendi minacciano le abitazioni. Centinaia le persone fuori casa. Problemi anche al canile: la struttura probabilmente dovrà essere evacuata. E si cercano stalli per i cani ospitati. Polemiche per il concerto di Max Gazzè, confermato malgrado la situazione difficilissima.

 Marsilio: dietro ai roghi c’è la mano dell’uomo

“Abbiamo avuto un attacco sistematico con decine di focolai in tre province. Ovviamente non è per niente casuale”, è il duro commento del governatore Marco Marsilio. “Ed è inutile pensare che si tratti solo di casualità di natura. Quando accade con il gran caldo e il vento e in maniera così sistematica in punti di difficile accesso c’è quasi sempre la mano dell’uomo dietro”. Spero – ha aggiunto il presidente della Regione Abruzzo – che le indagini e la magistratura e gli inquirenti facciano uno sforzo importante. Per assicurare alla giustizia questi delinquenti. Che mettono a rischio vite umane oltre a distruggere un patrimonio ambientale preziosissimo. A Pescara è stata aggredita la Pineta Dannunziana e una delle nostre principali zone paesaggistiche. Stato di calamità? Vedremo. Ora pensiamo a spegnere gli incendi”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica