Morti bianche, a Modena un’operaia muore incastrata in un macchinario. Un’altra vittima a Roma

martedì 3 Agosto 13:00 - di Redazione

Ancora morti bianche. A Modena una donna di quarant’anni ha perso la vita questa mattina intorno alle 8,30 in un incidente sul lavoro avvenuto in un’azienda che si trova a Camposanto, nel Modenese. La vittima è rimasta incastrata in un macchinario, una fustellatrice. Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco e il personale sanitario del 118. Ma purtroppo per la lavoratrice non c’è stato nulla da fare.

Modena, muore sul lavoro un’operaia di 40 anni

I carabinieri e la medicina del lavoro si stanno ora occupando della ricostruzione dell’accaduto. Un’altra tragedia si allunga alla infinita lista di morti sul lavoro. Un’emergenza collegata alla scarsa sicurezza sui luoghi di lavoro. Il dramma è avvenuto alla Bombonette di Camposanto. Azienda che si occupa di packaging e lavorazione della carta. L’operaia lavorava in questa azienda da pochi mesi.

Roma, non ce l’ha fatta l’operaio ustionato a Ottavia

In meno di 24 ore un’altra morte bianca si è registrata nella Capitale. Non ce l’ha fatta l’uomo vittima di un incendio divampato nella sua officina. L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio, nel quartiere di Ottavia, a Roma. Le sue condizioni erano apparse subito gravissime per le ustioni sul corpo. Il 60enne è stato subito soccorso e portato all’ospedale San Filippo Neri. Dove questa mattina è morto. Il figlio, che era con lui, è rimasto lievemente intossicato. Per ora si ipotizza il rogo accidentale. Da una prima ricostruzione sembra che la vittima, titolare dell’officina, stesse lavorando con una smerigliatrice quando si è sviluppato l’incendio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica